Progettazione e Architettura

A sei anni dal concorso la prima pietra dell'Euromed Center di Marsiglia

Paola Pierotti

Posata la prima pietra per la costruzione dell'«Euromed Center» di Marsiglia, progetto degli architetti Massimiliano e Doriana Fuksas.

L'Euromed Center rientra in un progetto pubblico denominato Euroméditerranée che si occupa di rinnovare alcune aree urbane di Marsiglia attraverso il lancio di alcuni concorsi internazionali di architettura. Tra gli architetti italiani coinvolti in questa città anche Boeri Studio con la Città del Mediterraneo e 5+1AA con la riconversione dei Docks .

Gli architetti Massimiliano e Doriana Fuksas hanno vinto il concorso per l'Euromed Center nel 2006.

Il futuro Euromed Center si articolerà su una superficie di 70mila mq e prevede la costruzione di quattro immobili per uffici certificati HQE ® (Alta Qualità Ambientale) e etichettati BBC- Effinergie (edificio a basso consumo) per un totale di 48.000 mq per ospitare circa 3000 persone; un business hotel di quattro stelle con 210 camere; una via pedonale con circa 2000 mq con negozi e servizi e un parcheggio pubblico per 846 posti auto.

L'intervento sarà completto da un ampio parco pubblico di 4mila mq di superficie e da altri mille mq di verde. I cosiddetti «Delfini» ospiteranno 15 sale cinematografiche.

La prima fase di costruzione riguarda il parcheggio pubblico per 846 posti auto e l'immobile per uffici denominato "strolabe. A seguire si prevede la realizzazione dell'hotel, degli altri immobili e della restante parte del programma.

Con lo studio italiano hanno collaborato Lehoux – Phily – Samaha, International d'Architecture, Mathoulin & Jardin e Michel Desvigne Paysagiste.

All'estero negli ultimi mesi Fuksas ha inaugurato un liceo in Francia, a Montpellier , e un maxi-polo uffici in Georgia . Rush finale sempre all'estero anche nel cantiere degli Archivi di Parigi e per il nuovo aeroporto di Shenzhen.


© RIPRODUZIONE RISERVATA