Progettazione e Architettura

Milano, pronto il primo pezzo del quartiere Porta Nuova

La prima parte del nuovo quartiere di Porta Nuova Garibaldi passa in consegna alla citta' di Milano. Si tratta dell'estensione pedonale di Corso Como e, insieme ad essa, anche i giardini adiacenti che da oggi saranno aperti al pubblico.
A celebrare il passaggio di consegne Manfredi Catella, amministratore delegato di Hines Italia (filiale italiana dell'impresa immobiliare americana Hines che cura il progetto), e Lucia De Cesaris,assessore all'urbanistica del Comune di Milano.
L'estensione pedonale, progettata dagli architetti messicani Munoz e Albin, comprende negozi che ospiteranno marchi di aziende italiane, soprattutto di moda, e una parte residenziale. Nell'area c'e' anche un nuovo giardino pubblico di 3.500 mq di verde che collega
Corso Como alla Stazione Garibaldi.
La nuova zona consegnata oggi alla citta' si innestera' sulla piu' grande area pedonale di Milano, oltre 160.000 mq, che connetterà i quartieri circostanti, creando una passeggiata continua da Corso Como al quartiere Isola e dalla stazione Garibaldi a via Galilei. Un unico piano che consentira' di raggiungere a piedi o attraverso 5 chilometri di piste ciclabili ogni quartiere senza dover mai attraversare la strada. Nell'area ci sarà anche il terzo parco urbano della città, i Giardini Porta Nuova, con un'estensione di 90.000 mq.

Secondo i dati forniti dalla Fondazione Catella, i tre cantieri di Porta Nuova rappresentano il 10% del fatturato dell'intero settore delle costruzioni della Lombardia. Nel progetto sono coinvolte oltre 100 aziende di produzione e fornitrici (l'80% delle quali italiane), e oltre 10 imprese generali di costruzioni, incluse cooperative, tutte italiane. Dal 2013, al termine dei lavori, più di 200 persone saranno impiegate stabilmente per servizi attivi nell'area. Il progetto prevede investimenti privati e pubblici per oltre 2 miliardi.
Porta Nuova e' inoltre il primo progetto pilota in Italia ad ottenere la certificazione Leed (Leadership in Energy and Environmental Design), lo standard che promuove e fornisce un
approccio globale alla sostenibilita' applicato in oltre 100 Paesi nel mondo, con rating suddivisi in quattro livelli, Base, Argento, Oro e Platino.
Gli edifici di Porta Nuova Garibaldi sono stati il primo progetto in Italia a ricevere la pre-certificazione Leed, e a breve otterranno il rating Oro. Questi edifici avranno un consumo d'acqua
minore del 30% rispetto agli edifici tradizionalmente progettati e un consumo d'energia inferiore del 20%. Presentano inoltre un sistema di che consente di riciclare il 98% dei rifiuti prodotti dal
cantiere, e 7.200 mq di terrazzi per accogliere 1.000 esemplari di piante. Lo stesso iter di pre-certificazione ha riguardato gli edifici di Porta Nuova Varesine, ed è in fase d'attuazione anche per quelli di Porta Nuova Isola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA