Progettazione e Architettura

Gd, un modello per l'architettura industriale italiana. Pronto l'asilo

Paola Pierotti

Il primo ottobre aprirà l'asilo del nuovo hedquarter Gd in costruzione a Bologna. Primo taglio del nastro per il maxi-progetto dello studio romano Labics e frutto di un concorso privato aggiudicato nel 2006. Dopo quattro anni di lavori entro il 2012 il centro aziendale, con l'asilo e un museo, sarà terminato per aprire nella primavera 2013 dopo l'allestimento degli interni.

Gd è un'operazione simbolo della buona architettura italiana nata dai concorsi. Un progetto come quello del museo mestrino M9 firmato da Sauebruch Hutton o come quelli dell'Università Bocconi a Milano. Architettura aziendale d'eccellenza come quella voluta da Lavazza a Torino o da Dolce&Gabbana nel milanese, per citare solo due tra i cento progetti in mostra a Venezia al Padiglione Italia.

L'asilo Gd potrà ospitare fino a 78 bambini. Altro spazio interessante dell'headquarter sarà il museo: sintesi di innovazione scientifica, industria e imprenditoria. Secondo il cronoprogramma l'intervento doveva essere pronto due anni fa: a causare il ritardo sono state variazioni di progetto in corso d'opera (spostamento di funzioni e ampliamento di spazi) e la partecipazione attiva di chi gestirà le strutture interne.


© RIPRODUZIONE RISERVATA