Progettazione e Architettura

A caccia di idee per trasformare il relitto della Costia Concordia

Si chiama New Concordia Island Contest ed è un concorso di idee organizzato dalla piattaforma di ricerca ICSplat_camping of permanent research per la trasformazione del relitto della Costa Concordia, nave da crociera della compagnia di navigazione genovese Costa Crociere, uscita da regolare servizio dopo il naufragio subito nella notte del 13 gennaio 2012 presso l'isola del Giglio che ne ha causato il parziale affondamento.

Il concorso ha l'obiettivo di stimolare nuove visioni per il futuro dell'isola del Giglio e della nave come elementi dello stesso paesaggio e che nel tempo si costituiscono come parte unica e identitaria.

Come ripensare il futuro di questi luoghi? Cosa potrebbe diventare il relitto della nave se rimanesse incagliata per un periodo più lungo di un anno? Come programmare le fasi di smontaggio e trascinamento dei pezzi? Come lavorare con la i resti per costruire una forma di memoria? In che modo riconsiderare l'Isola del Giglio con questa nuova roccia affiorante che ha modificato la linea di costa?

L'iscrizione al concorso è aperta dal 10 agosto al 24 settembre. I progetti dovranno essere inviati
entro il 25 settembre. Maggiori informazioni e il bando sul sito di ICSplat http://icsplat.org/

La giuria sarà composta da: Cristina Díaz Moreno (AMID, cero9, Madrid), Andrea Bartoli (FARM CULTURAL PARK, Favara), Luca Emanueli (SEALINElab, Ferrara), Eva Franch i Gilabert (director of Storefront for Art & Architecture, New York), Joseph Grima (direttore di Domus, Milano), Kamiel Klaasse (NLarchitects, Amsterdam), Geoff Manaugh (BLDGBLOG, Los Angeles), Marco Navarra (NOWA, Caltagirone), Lori Nix (New York), François Roche (R&Sie(n), Parigi), Italo Rota (Milano), Yoshiharu Tsukamoto (Atelier Bow Wow, Tokyo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA