Progettazione e Architettura

Lo «scoglio» di Cucinella si candida a diventare landmark del lungomare

Paola Pierotti

Gli architetti hanno ridisegnato le strutture da riqualificare insieme a Fintecna, Ccc e Galotti. L'operazione vale 80 milioni r riguarda un'area di 212mila metri quadrati

Mario Cucinella e Lamberto Rossi insieme con Fintecna, CCC e Galotti per ridare un nuovo volto alle città di Cervia e Milano Marittima. L'operazione ha un valore di circa 80milioni e interessa un'area di 212mila mq. Il programma privato punta a valorizzare il centro storico della città con interventi di ristrutturazione di edifici esistenti e realizzando un sistema di spazi pubblici a servizio della cittadina turistica.

A Cucinella è stato affidato l'incarico di definire il landmark dell'operazione. Un edificio affacciato sul litorale che si distinguerà dal panorama costruttivo esistente: il concept si basa infatti sull'idea dello scoglio, eroso dal vento e stratificatosi negli anni. L'architettura si presenta quindi come una serie di layer sovrapposti, slittati e ruotati gli uni sugli altri, che si orientano in base alle condizioni ottimali di luce e affaccio.

Cervia-Cucinella. Il progetto si chiama "Cervia D'Amare" e la società Pentagramma Romagna (costituita da Fintecna, CCC e Galotti) è riuscita in questi giorni a consegnare la richiesta per avviare la procedura di accordo di programma, con l'obiettivo di iniziare il prossimo anno, nel 2013, i lavori.

Il progetto interessa tre ambiti diversi: l'antico centro storico di Cervia, denominato Quadrilatero, con gli immobili di Borgo Saffi e l'Ex Direzione delle Saline; la Prima Traversa che completa e valorizza l'intero centro di Milano Marittima e l' Ex Colonia Montecatini esempio dell'architettura razionale degli anni '30.

«Le aree - spiega la proprietà Pentagramma Romagna - hanno tre anime distinte che rilette in chiave unitaria promettono un importante rilancio turistico della città rispetto all'intera riviera adriatica. Cervia d'Amare è il progetto che realmente può concorrere a rafforzare e completare il posizionamento di Cervia e Milano Marittima attraverso contenuti nuovi, prestigiosi e di alta qualità».

Rossi-Milano Marittima. Il nuovo progetto è stato sviluppato nell'intento di restituire al territorio le antiche case del centro storico oggi degradate, valorizzare e completare percorsi, realizzare un sistema di spazi pubblici con passeggiate e parchi, dare una nuova veste alla Prima Traversa di Milano Marittima con un unico sistema che dalla cosiddetta Rotonda Primo Maggio si colleghi alla spiaggia passando per una nuova piazza vitale, ricca di negozi, residenze e al primo vero parco attrezzato della città di oltre 11.000 mq. Rientra in questa operazione anche la riconversione dell'ex Colonia Montecatini che diventerà una struttura ricettiva di alto livello, dotata di area benessere.

L'Accordo di Programma servirà anche per definire i servizi pubblici da realizzare ma sono già previsti un parco attrezzato di oltre 11.000 mq, 4.000 mq di parcheggi pubblici, un'area verde di 4.300 mq in prossimità dell'ospedale e la cessione di un'area di 1.200 mq destinata a servizi. Nel programma di interventi si prevede anche una quota di housing sociale: case da alta efficienza energetica circondate da giardini privati e collegate ad aree di parcheggio private e recintate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA