Progettazione e Architettura

Cresce a Porta Nuova il bosco verticale dell'assessore-architetto Stefano Boeri

Massimiliano Carbonaro

Cominciata la piantumazione dei quasi 500 alberi che nasconderanno dietro una barriera di verde verticale gli appartamenti progettati da Boeri a Milano Porta Nuova

Bosco Verticale: la parola passa ai giardinieri. Entra nella fase di piantumazione uno degli interventi più rappresentativi della trasformazione urbana milanese nell'area Porta Nuova.

Le due torri residenziali – rispettivamente di 110 e 80 metri – progettate da Stefano Boeri grazie ad apposite vasche ospiteranno 480 alberi di grande e media altezza e 250 di piccole dimensioni, più ulteriori arbusti e verde come appunto un bosco esteso per circa 10mila mq.
Alberi e piante preparate negli ultimi due anni vengono calate attraverso gru negli appositi alloggi e così contribuiranno a rivestire di verde i due grattacieli con un mantello naturale capace di trattenere le polveri sottili, frenare l'irraggiamento d'estate, incrementare l'umidità dell'aria.

Si stima che grazie anche a questa soluzione i due edifici avranno una diminuzione del 30% dei consumi energetici. Per Stefano Boeri che per un giorno si è tolto la giacca da assessore alla cultura del Comune di Milano per re-indossare quella dell'architetto: «nei grattacieli si è quasi sempre scelto un rivestimento con materiali come il vetro o la ceramica. Credo che il bosco verticale incarni l'idea di sostenibilità che si integra con la tecnologia. Ma anche – continua Boeri – fornisce un contributo estetico grazie a una facciata che si modifica nel corso delle stagioni».

Fondamentale in questo intervento l'apporto di Arup che ha curato l'ingegnerizzazione dell'idea (che ha richiesto attente prove nella galleria del vento) e delle paesaggiste Laura Gatti e Emanuela Borio. Secondo Manfredi Catella, ad di Hines Italia sviluppatore dell'intera operazione di Porta Nuova – «il bosco verticale può diventare un modello replicabile». Mentre procedono i lavori che porteranno al completamento dei due immobili previsti per i primi mesi del 2013 non si fermano le vendite che hanno raggiunto circa il 50% delle residenze (in totale saranno oltre 110 appartamenti) con prezzi al mq tra i 7mila e i 10mila euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA