Progettazione e Architettura

Cremona City Hub, vince il progetto firmato Jacobs Italia

P.P,

Città compatta e progettazione incrementale per organizzare gli spazi funzionali dei diversi comparti urbani (nodo intermodale, stadio, residenza, polo tecnologico). E' questa la strategia proposta dal gruppo di Jacobs Italia

Pietro Chierici e Dario Cea con Jacobs Italia hanno vinto il concorso internazionale di idee per la riqualificazione dell'ambito di trasformazione ex Annonaria denominato «Cremona City Hub». Sono loro che hanno battuto gli studi di Paolo Caputo, Federico Oliva, Massimo Pica Ciamarra, Mbm Arquitectes, Franco Zagari e Gruppo Monestiroli tutti invitati a proporre una soluzione per un'area di 17 ettari nelle immediate vicinanze del centro storico della città (a nord - est dello stesso) compresa tra due delle principali radianti di adduzione alla città.

L'ambito è in parte occupato da complessi edilizi riconducibili a dotazioni pubbliche o semipubbliche (ex mercato ortofrutticolo, ex macello, ex magazzini comunali: da qui anche la denominazione di zona Annonaria), in parte risulta occupato dallo stadio di calcio e, infine, da ampi spazi ora in prevalenza utilizzati per parcheggi derivanti dalle aree dell'ex mercato del bestiame.

Al vincitore va un premio di 25mila euro, agli altri concorrenti un rimborso di 10mila euro ciascuno.

Città compatta e progettazione incrementale per organizzare gli spazi funzionali dei diversi comparti urbani (nodo intermodale, stadio, residenza, polo tecnologico). E' questa la strategia proposta dal gruppo di Jacobs Italia (si veda la relazione allegata).

«Tutte le proposte progettuali, nel loro complesso, costituiscono un grande arricchimento per il patrimonio urbano della città - ha dichiarato Carlo Malvezzi, vice sindaco e assessore all'Urbanistica di Cremona -. Abbiamo scelto il concorso internazionale di idee perché crediamo nella competizione tra i migliori talenti (senior e junior) per reinterpretare una parte strategica della città. Inoltre, abbiamo voluto, ed è questo un elemento fortemente innovatore, che la qualità urbanistica ed architettonica andasse di pari passo con la sostenibilità economica».

A Cremona la proclamazione del vincitore del concorso internazionale non è un punto di arrivo. «La proposta progettuale verrà infatti esaminata subito dai nostri tecnici - ha aggiunto Malvezzi - in modo da trasformarla in piano urbanistico attuativo che possa essere pronto prima della fine dell'anno. Il mio auspicio è che, in tal modo, entro il mese di febbraio del 2013 i soggetti interessati a trovare una collocazione nella zona denominata Cremona City Hub, e già abbiamo verificato che ce ne sono soprattutto nel mondo delle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione, possano già partire con una realizzazione concreta».

Il concorso. Per una piena ed efficace riqualificazione e valorizzazione dell'area ex Annonaria, denominata Cremona City Hub, comparto urbano di circa 200.000 metri quadrati di ex funzioni pubbliche (ex macello, ex mercato ortofrutticolo, ex mercato del bestiame, magazzini ora di proprietà di AEM Cremona S.p.A.) oltre allo stadio, l'Amministrazione comunale ha indetto un concorso internazionale di idee con una fase di preselezione che ha consentito di individuare, tra le novanta candidature pervenute, i sette concorrenti che si sono poi misurati nella successiva fase progettuale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA