Progettazione e Architettura

Proviamo a fare una ricostruzione contemporanea. E magari scopriamo che possiamo migliorare le città storiche

Luigi Prestinenza Puglisi

Il terremoto in Emilia ripropone questioni controverse: quali criteri seguire per la ricostruzione degli edifici storici crollati? Luigi Prestinenza Puglisi pensa che è meglio liberarsi dalla fede in una città "come era e dove era" e che la ricostruzione può essere invece l'occasione per fare anche qualcosa migliore di quello che c'era prima

Se si copia si pensa di non sbagliare (o di sbagliare di poco) ma anche le città del passato sono piene di errori progettuali e questioni non risolte. Tanto vale scommettere su una ricostruzione che vada incontro alle esigenze di una comunità contemporanea. E magari - chissà - si può scoprire di avere fatto qualcosa di meglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA