Progettazione e Architettura

A Torino apre il Museo del Risparmio

Apre a Torino, su iniziativa di Intesa Sanpaolo, il Museo del Risparmio. Il progetto nasce per aiutare la comunità a riflettere sui temi del risparmio, ad acquisire i concetti base per muoversi nel campo degli investimenti e migliorare le capacità di comprensione e di scelta dei risparmiatori italiani.

Il Museo del Risparmio di Torino è unico nel suo genere e rappresenterà sicuramente per la città un nuovo possibile motivo di attrazione per i residenti e i turisti all'interno del sistema museale.

Il Museo del Risparmio ha la sua sede nel centro di Torino, in via San Francesco d'Assisi 8/A. Occupa una superficie espositiva di 600 mq e si articola in 5 sale organizzate in modo da permettere un viaggio interessante e piacevole tra concetti e testimonianze audiovisive che coinvolgono il visitatore in un'esperienza sensoriale e intellettuale volta a far riflettere sulle modalità di gestione del proprio denaro.

Il percorso di visita sarà fruibile in italiano e in inglese.

Nel Museo del Risparmio si impara divertendosi, con percorsi di visita differenziati per bambini, adolescenti e adulti. Informazioni, video e giochi di ruolo consentono di apprendere e misurare le proprie conoscenze già al termine del percorso di visita. È un luogo in cui la tecnologia consente di assistere a interviste "impossibili" con banchieri dei secoli scorsi, di giocare con amici o con il computer per imparare che cosa sono il risparmio e il rischio, di vedere filmati con interviste a economisti di oggi e prendere confidenza con il mondo e la storia del denaro e del suo possibile utilizzo.

Il Museo del Risparmio ha potuto realizzarsi con il contributo di molteplici attori sia esterni sia interni. Hanno infatti fornito idee e collaborazione numerose direzioni, servizi e uffici di Intesa Sanpaolo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA