Progettazione e Architettura

Il Tar Palermo respinge il ricorso e lascia Hok in pole position per il polo medico di Rimed

Paola Pierotti

Si avvicina l'aggiudicazione definitiva da parte della Fondazione Rimed per il maxi-concorso indetto nel 2011 per realizzare un nuovo polo medico hi-tech a Palermo.

La gara era stata aggiudicata provvisoriamente all'inizio dello scorso autunno, alla cordata guidata dagli americani Hok («Progetti e Concorsi» n. 35/2011) ma in questi mesi sull'operazione è calato il silenzio e non si è ancora visto il progetto vincitore a causa di un ricorso.

Il ricorso era stato proposto dalla cordata seconda classificata con Techint Compagnia Tecnica Internazionale, General Planning, Land, Rgm e Rpa. Il 16 maggio però il Tar Palermo ha rigettato la sospensiva, e si attende la convocazione del prossimo Cda della Fondazione Rimed (che conta anche la presidenza del Consiglio, Cnr e due Atenei Usa) per aggiudicare definitivamente la gara.

La cordata vincitrice è composta da Hok (Helmuth, Obata & Kassabaum), Buro Happold, Progetto Cmr, Giovanni Randazzo, Eupro e l'Associazione professionale De Cola Associati.

Leggi qui l'ordinanza n.302/2012 con la quale il Tar Palermo ha respinto l'avversaria istanza cautelare del secondo classificato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA