Progettazione e Architettura

Energie rinnovabili e paesaggio. I vincitori del 2011 e il nuovo bando 2012

P.P.

Mulini all'avanguardia, torri di segnalazione portuale che come alberi captano il vento, strutture per l'accoglienza turistica alimentate dal moto ondoso, pontili elettrici: sono queste le soluzioni made in Italy che sono state selezionate per il concorso internazionale di idee 'Sole vento e mare: energie rinnovabili e paesaggio' promosso da Marevivo con Gse, Enea, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare e dall'Università La Sapienza.

Gli architetti romani dello studio Riccispaini Architetti Associati si sono affermati al primo posto nell'edizione 2011 per la categoria professionisti/imprese con una struttura leggera, denominata Ecodehor da realizzare in acciaio, legno e vetro. La struttura è stata pensata per essere costruita sul lungomare di Pantelleria per l'accoglienza dei turisti. «Il porto di Pantelleria è un bellissimo porto - racconta Mosè Ricci, socio dello studio di architettura - ma ricostruito ex novo. Il contesto paesaggistico andrebbe valorizzato. Abbiamo pensato alla costruzione di quattro dehor di sei metri di larghezza, lunghi 40 metri da posizionare in punti strategici in modo da apparire anche come istallazioni artistiche e luminose di notte». Si tratta di elementi che permettono lo stfruttamento solare (grazie ad una copertura captante con collettori solari) e dell'energia del moto ondoso (grazie ad un impianto a colonna d'acqua oscillante) che ne fanno una vera e propria macchina ecologica ad alta efficienza energetica. «L'Ecodehor può ospitare al suo interno vari servizi turistici come bar, ristoranti ma anche un mercato del pesce. La struttura - dice Ricci - che ha caratteristiche modulari si inserisce bene nel paesaggio creando anche una riqualificazione di un'area di non particolare pregio».

Riccispaini ha vinto per la categoria 'sistema impiantistico', mentre il team guidato da Costen srl ha vinto per la categoria 'componente' con il progetto 'Wind Trees' da realizzare all'Isola del Giglio. I progettisti hanno chiesto di trasformare delle torri di segnalazione di ingresso ai porti in strutture che offrono l'opportunità di captare il vento per fornire energia alle utenze portuali e che si caratterizzano per l'integrazione nel contesto paesaggistico.

In occasione della premiazione 2011 è stata lanciata l'edizione 2012. L'obiettivo è quello di stimolare la ricerca di soluzioni progettuali che sappiano produrre energia dalle fonti rinnovabili nel rispetto dell'ambiente, delle isole minori e delle aree marine protette italiane con particolare riferimento all'architettura del luogo e del paesaggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA