Progettazione e Architettura

Per la valorizzazione del «Pavaglione» di Lugo 40mila euro al vincitore

M.Fr.

Lugo di Romagna. Un primo premio di 40mila euro andrà al migliore progetto per la riqualificazione del cosiddetto "Pavaglione" di Lugo di Romagna. Il particolarissimo edificio, rettangolare, nato nel '600, con al centro un ampio spazio aperto, costituisce, insieme alla rocca, il cuore dell'insediamento urbano di Lugo. Oggi è una struttura interamente orientata al commercio. Più esattamente, l'edificio si articola in un grande quadrilatero lungo il cui perimetro si dispongono botteghe affacciate verso un portico. Il Pavaglione è costituito da tre piani fuori terra lungo i lati sud, ovest e nord, mentre il lato est possiede un quarto piano fuori terra e alcune superfi ci al piano interrato. Il piano terra è completamente occupato da attività commerciali, mentre gli spazi del piano ammezzato sono utilizzati dalle stesse attività del piano terra principalmente come deposito o magazzino.
Il concorso chiede il progetto del format dei dehors e relativo arredo per gli esercizi pubblici del Pavaglione e del sistema delle piazze storiche e le linee guida per la riorganizzazione funzionale del mercato.
Il concorso è in due fasi, di cui la prima anonima in cui viene chiesta la presentazione di "proposte di idee (concept)". Alla seconda fase accederanno al massimo tre concorrenti. Il termine per la consegna della prima fase è fissato al 16 giugno.
Al secondo e al terzo classificato andranno, rispettivamente, 6mila e 4mila euro.

Nonantola. Un montepremi di 34mila euro, con un premio di 20mila euro al vincitore e un premio di 3.500 euro ciascuno per chi si piazza al secondo, terzo, quarto e quinto posto. Si tratta del concorso di progettazione lanciata del comune modenese di Nonantola per realizzare una nuova vivibilità per il suo centro storico. Per partecipare c'è tempo fino al 7 giugno prossimo.
Più in dettaglio, il bando consiste in un concorso di progettazione in due fasi. Il primo grado, in forma anonima, individua una rosa di massimo cinque concorrenti (senza graduatoria, né premi).
Questi i principali obiettivi del concorso: 1) realizzare un sistema integrato tra i contenitori di funzioni collettive, la rete del commercio di vicinato e il patrimonio storico/culturale; 2) ricomporre la forma urbana della città tramite la ricucitura del rapporto spaziale e identitario tra aree urbane adiacenti; migliorare l'accessibilità alle funzioni pubbliche e i servizi insediati nel "nuovo centro del Capoluogo", accrescendo le prestazioni di sicurezza del sistema della mobilità; 4) favorire la leggibilità di percorsi, modalità e livelli diversificati di fruizione degli spazi e delle funzioni pubbliche; 5) incrementare l'attrattività del Centro Storico, con un più elevato grado di vivibilità
L'aggiudicazione nella prima fase avverrà in base ai seguenti elementi (e relativi punteggi): qualità urbanistica (35 punti su 100); quanlità architettonica (35); qualità dello spazio pubblico (30); qualità metodologica della formazione del progetto (5 punti).
Tra i documenti di gara ci sono anche le proposte pervenute in risposta a un precedente concorso di idee per l'adiacente parco della Pace, aggiudicato al vincitore nel 2011 e ora in fase di progettazione definitiva. Ai concorrenti si chiedono due tavole A0, una relazione in formato A3 orizzontale (420 mm x 297 mm) in lingua italiana, esplicativa del progetto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA