Progettazione e Architettura

Giovani spagnoli vincono in Sardegna

F.O.

Il Comune di Villaputzu, nel cagliaritano, ha appena reso nota la graduatoria provvisoria del concorso internazionale di idee per la realizzazione di un museo nel futuro parco archeologico-fluviale di Sarcapos. Ad aggiudicarsi il primo premio di 10 mila euro è stato il giovane studio spagnolo Tapia+Figueiras Arquitectos, seguito da MASMA architetti associati di Padova e n!studio di Roma.

Il costo stimato del progetto è di circa 2 milioni di euro e la prossima mossa sarà quella di chiedere i finanziamenti (con ogni probabilità alla Regione Sardegna), «dato che le risorse –spiega Cristian Loi, responsabile del procedimento- non sono al momento disponibili». Inoltre, sarà necessario acquistare l'area che attualmente è di proprietà privata. Se tutto ciò andrà in porto, l'amministrazione comunale bandirà una gara per l'affidamento delle successive fasi di progettazione.

L'area – di recente dichiarata di interesse archeologico dalla Sovrintendenza ai Beni Archeologici di Cagliari che tuttavia non ha potuto portare avanti gli scavi per mancanza di fondi - ospita dalla metà degli anni ‘60 due grandi vasche in cemento armato del diametro di 28 metri, strutture di irrigazione del Consorzio di Bonifica della Sardegna Meridionale. L'idea è quella di trasformare le vasche e i locali annessi in strutture di supporto al parco archeologico-naturalistico di futura realizzazione, con funzioni di tipo espositivo, museale, didattico e di supporto agli scavi.

Gli autori del progetto, Marco Tapia López (1974) e Carmen Figueiras Lorenzo (1979), hanno aperto il loro studio a Salamanca nel 2010 dopo aver lavorato con Carme Pinós e vicente | nuñez ARQUITECTOS.


© RIPRODUZIONE RISERVATA