Progettazione e Architettura

Castelletti, con il design rinasce un edificio degli anni '70

Francesca Oddo

In provincia di Como, nel paesino di Morchiuso, in prossimità del Lago di Pusiano, si trova l'ultima opera di Marco Castelletti e Patrizia Viganò. Una casa tradizionale con tetto a falde aggiorna il suo aspetto, veicola l'immagine di una struttura più snella e in armonia con il contesto riconsidera il suo rapporto con la natura e con l'ambiente. In due anni di cantiere (2009-2011) lo studio, con base a Erba e particolarmente attivo nel settore residenziale, ha realizzato il progetto di recupero di un edificio anni '70 trasformato in una nuova casa nel verde e con vista sul lago.

Una veste in doghe di legno di larice (prodotta da Pircher s.p.a. di Dobbiaco) avvolge l'edificio originario donandogli nuova identità e immagine. Un volume parallelepipedo e vuoto avvolge il vecchio cuore come a proteggerlo, a mediare il rapporto con l'esterno, quindi a filtrare il rapporto fra ambiente costruito e paesaggio naturale. La tessitura del rivestimento, infatti, presenta una sequenza di feritoie che circondano l'edificio originario senza soluzione di continuità: come attraverso una tela dalle maglie larghe è possibile osservare l'esterno, in questo caso la campagna e il lago, in maniera alternativa, parcellizzata, attraverso una serie di cornici che inquadrano prospettive sempre diverse del paesaggio. Il rivestimento in legno diventa anche l'occasione per ampliare gli spazi della casa che si dotano di nuove terrazze e balconi: fra l'edificio preesistente e la scatola di legno si sviluppano adesso spazi all'aperto che si prolungano dal primo fino ad agganciare la seconda.

La casa si sviluppa su due piani fuori terra ed è composta da due appartamenti indipendenti (130 e 230 metri quadrati). Le sue componenti cromatiche esterne sono il bianco dell'intonaco e il grigio-nero del rivestimento in pietra che percorre l'abitazione in altezza fino all'ultimo piano: qui si trova la piscina incassata e coperta da un lucernaio scorrevole trasparente (che insieme ai serramenti in alluminio è prodotta da Thema con sistemi Schüco). L'ultimo piano, la copertura, accoglie anche il sistema fotovoltaico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA