Progettazione e Architettura

Fondazione Cini, dopo la Biblioteca De Lucchi cambia volto al Cenacolo

P.P.

Dopo aver realizzato la Biblioteca della Nuova Manica Lunga alla Fondazione Giorgio Cini di Venezia, Michele De Lucchi sta lavorando ancora sull'Isola di San Giorgio nella sala che ospita il Cenacolo Palladiano. Dopo un anno di chiusura al pubblico aprirà l'11 aprile il nuovo spazio che è stato oggetto di un intervento strutturale sulla copertura, un adeguamento degli impianti, e da una nuova pavimentazione. Michele De Lucchi ha curato l'allestimento che prevede una moderna boiserie e un pavimento in legno pregiato con intrecci di rovere e noce. Un intervento di arredo contemporaneo in un fabbricato del 1600.

L'intervento nella sala del Cenacolo Palladiano consiste in un nuovo strato sovrapposto al pavimento attuale: una nuova pavimentazione e una nuova boiserie a parete, che non intaccano le strutture esistenti ma conferiscono allo spazio una nuova flessibilità d'uso e una rinnovata immagine.

«La boiserie è staccata dalla parete attuale e si mantiene al di sotto del filo delle finestre e del dipinto, permettendo di realizzare vani tecnici lungo le pareti per la realizzazione di nuovi impianti di riscaldamento e condizionamento. L'illuminazione dall'alto - spiegano dallo studio - al di sopra del cornicione Palladiano, illumina il pavimento e il dipinto del Veronese».

La vasca in legno di noce e rovere che unifica pavimento e boiserie in un unico effetto materico è stata progettata con l'intento di far alzare gli occhi verso l'alto e offrire un adeguato spazio per la realizzazione degli impianti e la conseguente libertà nell'uso della sala.


© RIPRODUZIONE RISERVATA