Progettazione e Architettura

Porta di Novara, a caccia di idee per un sistema della logistica

P.C.

Non un contenitore ma un sistema, un luogo urbano autosufficiente, capace di affermarsi come landmark nella nuova periferia e in grado di integrare un mix di funzioni complesse. È questo il tema del concorso promosso da Comune di Novara, CIM spa – Interporto di Novara e CCIAA di Novara. L'obiettivo comune è realizzare una «Porta di Novara».

Il Concorso nasce dall'esigenza dell'Amministrazione novarese, della Società CIM S.p.A. e della Camera di Commercio di Novara, insieme al Comune di Galliate (No) e S.A.T.A.P. spa di ipotizzare un nuovo modello progettuale di sviluppo che abbia quale concetto «la riconoscibilità del territorio, attraverso forme urbane e architettoniche di alto livello, nonché - spiegano i promotori - di perseguire la sostenibilità ambientale degli interventi; quest'ultima intesa come razionalizzazione, mitigazione e elevato contenuto tecnologico delle strutture e infrastrutture».

Montepremi di 45mila euro, di cui 25mila saranno per il vincitore.

Il sito. L'area di intervento si colloca tra il casello autostradale di Novara est e lo svincolo della tangenziale dove le pianificazioni urbanistiche prevedono lo sviluppo di particolari ambiti tematici compresa la realizzazione del Polo industriale nord est e dell'Interporto. L'area è strategica anche dal punto di vista sovralocale, rientrando nel Corridoio 5 Lisbona - Kiev, ed è attraversata da importanti cesure come l'Autostrada A4/E64 Torino – Milano e la linea ferroviaria AV/AC ma anche dal tracciato ferroviario delle FNM linea Novara – Malpensa.

Oggetto. Il concorso d'idee richiede di immaginare in modo nuovo i grandi spazi che la logistica, realizzando anche un segno architettonico che possa affermarsi come «porta urbana», integrando le attività commerciali e logistiche con spazi pubblici, il tutto con una particolare attenzione all'ambiente, alla mitigazione delle cesure e dei rapporti con il contesto.

Ai progettisti si chiede anche di prestare attenzione ai temi della sostenibilità e del recupero.

Termine. Scadenza fissata per il giorno 22 maggio. Tutti i dettagli sono sul sito www.portadinovara.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA