Progettazione e Architettura

Cantiere entro l'estate 2013 per il recupero del Sant'Agostino a Modena

P.P.

Dal concorso ad inviti alla presentazione del progetto definitivo: un altro passo avanti per la riqualificazione dell'ex ospedale Sant'Agostino di Modena. «Un insieme che dal punto di vista sociale e culturale sarà unico in Italia»: così l'architetto Gae Aulenti definisce il progetto di recupero del complesso.

Committente è la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

L'insieme di strutture settecentesche sarà trasformato nel nuovo polo culturale della città e
proprio la Aulenti, il 29 marzo a Modena, presenterà il progetto definitivo al Consiglio d'indirizzo della Fondazione. «Il complesso - precisa la Aulenti - ospiterà funzioni di interesse culturale assolutamente prioritario».

Si tratta della biblioteca Estense e della biblioteca Poletti,
oggi collocate nel Palazzo dei Musei, di una sala di lettura aperta al pubblico e di un polo espositivo di circa 1.800 mq per mostre d'arte temporanee. Inoltre, comprenderà il Centro per la fotografia e l'immagine, il Centro linguistico per l'internazionalizzazione, un auditorium polifunzionale con 200 posti, un ristorante, due caffetterie e una foresteria.

Dopo la presentazione al Consiglio d'indirizzo della Fondazione, il progetto sarà inviato agli enti preposti alla tutela per ottenere le necessarie autorizzazioni. Si passerà poi all'ultima fase della progettazione, quella esecutiva, con l'obiettivo di aprire il cantiere entro l'estate 2013


© RIPRODUZIONE RISERVATA