Progettazione e Architettura

Al via il concorso per ripensare il waterfront delle Saline Joniche

P.P.

Al via un concorso di idee per riqualificare il waterfront delle Saline Joniche e realizzare un nuovo parco naturale e antropico. Il concorso di idee è promosso dalla Provincia di Reggio Calabria, riguarda un'area di circa 40 ettari nel comune di Montebello Jonico ed è finanziato con un contributo di 80mila euro.

In palio c'è un montepremi di 42mila euro con un premio di 20mila euro per il vincitore. Gli altri premi sono di 15.000, 5.000 e sette menzioni da mille euro ciascuna.

«Oggetto del concorso è un masterplan per un'area industriale dismessa da molti anni. L'intento è quello di ripensare un possibile utilizzo, anche per incentivare l'attività turistica ecosostenibile - spiega Mariano Fortebuono, Rup del concorso - creando un parco antropico ed ambientale».

Il concorso riguarda quattro aree, compresa quella delle officine meccaniche (solo questa si estende su una superficie di 10 ettari), del porto e di un parco riservato alle speci marine. Il progetto frutto del concorso proporrà un'alternativa anche ad una proposta di realizzare proprio in quest'area una centrale a carbone.

Il termine per iscriversi è fissato per il 20 aprile. Tutte le informazioni saranno disponibili sul sito pnasaline (parco naturale antropico).

A base di gara ci sono le idee sviluppate con il progetto frutto del Premio Portus (Biennale di Architettura 2006).

«Il concorso di idee per la riqualificazione del waterfront di Saline Joniche – ha detto il Presidente della Provincia Giuseppe Raffa – è un progetto avviato dalla scorsa amministrazione provinciale e ripreso da noi in quanto utile al territorio. Esso servirà alla valorizzazione, oltre che paesaggistica, di professionisti usciti dalle nostre università, a sviluppare possibilità occupazionali e di tutela del territorio. In questo contesto – ha concluso Raffa – la ripresa delle Officine Grandi Riparazioni potrebbe rappresentare un valido strumento per lo sviluppo energetico della Provincia, tanto è vero che abbiamo rivendicato su di esse un diritto di prelazione riguardo alla vendita da parte di Ferrovie dello Stato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA