Progettazione e Architettura

Pronti 250 alloggi firmati da Gambardella nella periferia nord di Napoli

Paola Pierotti

La densità e i colori si ispirano alle case mediterranee della costa campana. I prospetti sono caratterizzati da tagli e spessori che saranno facilmente integrati con le aggiunte autocostruite. Costo: 900 euro/mq

Rush finale nel cantiere napoletano firmato da gambardellaarchitetti per 250 alloggi sociali costruiti a 900 euro/mq. L'operazione promossa dal Comune di Napoli riguarda un maxi intervento per 450 alloggi ed è frutto di un concorso internazionale indetto nel 2003 per sostituire con alloggi definitivi le case provvisorie edificate dopo il terremoto del 1980, in prefabbricazione pesante.

Nella periferia nord della città di Napoli, dopo nove anni saranno abitabili da maggio i primi alloggi.

Un quartiere residenziale costituito da una piazza definita da case con giardino a piano terra e da quattro livelli superiori di alloggi che abbracciano lo spazio definendo una vera e propria piazza urbana allungata. L'architettura è costruita da più corpi scala che distribuiscono due appartamenti simplex per piano. «L' immagine esterna - spiegano gli architetti - è segnata da una enorme parete blu, omaggio ai disegni di Giò Ponti per il Parco dei Principi di Sorrento, che costituisce uno spessore ritagliato per costruire le ogge, i balconi, gli sporti atti a catturare le possenti ombre del paesaggio napoletano». C'è poi una particolare attenzione nel definire tagli molteplici come fossero fogli di un origami che definiscono un prospetto di forme varie e particolarmente adatto per essere integrato da quelle che saranno aggiunte con il tempo, autocostruite (parabole, verande, ringhiere).


«La densità si ispira alle case mediterranee della costa campana - dicono gli architetti napoletani - costruendo una Procida verticale che restituisce una dimensione pittoresca in un posto duro della città».


© RIPRODUZIONE RISERVATA