Progettazione e Architettura

Redditi bassi per gli under 40

Il 40% degli architetti italiani ha meno di 40 anni, ma l'avvio della carriera è ricco di difficoltà. A cominciare dalle attese sul reddito. Il rapporto Cresme segnala che gli architetti con meno di 30 anni hanno un fatturato medio inferiore del 71% rispetto alla media, mentre in Europa questa differenza non va oltre il 43 per cento. Non solo. Per gli architetti con un'età compresa tra 30 e 34 anni i fatturati sono mediamente inferiori del 52% in Italia e di appena il 3% in Europa. «Uno squilibrio – si sottolinea nel rapporto – legato a un mercato duale che trasferisce sui più giovani tutto il rischio occupazionale, in termini di stabilità, minori possibilità di accesso al welfare e minori capacità reddituali». Molto spesso si tratta di professionisti al lavoro solo grazie a contratti atipici, «mentre cresce il fenomeno delle finte partite Iva e aumentano le situazioni irregolari». Anche nel confronto con gli altri Paesi europei i giovani non fanno eccezione e risulta evidente «come lo squilibrio reddituale tra le diverse generazioni di architetti in Italia sia più accentuato».


© RIPRODUZIONE RISERVATA