Progettazione e Architettura

Per la casa Smart Wood Beton mette in rete sette aziende

Mila Fiordalisi

Fa leva sull'uso di sistemi costruttivi industrializzati a secco il nuovo modello di abitazione Smart Domus+, frutto di un progetto che vede in campo, ciascuna con il proprio know how e le proprie specifiche soluzioni, un pool di aziende coordinato da Wood Beton.
La casa intelligente è stata progettata con l'obiettivo di consentire un bilancio energetico pari a zero grazie all'uso di materiali e tecnologie in grado di abbattere i consumi e soprattutto di annullare gli sprechi. Il tutto nel pieno rispetto delle norme antisismiche.
«Il concetto di casa si è evoluto nel corso degli anni – si legge nella relazione del progetto – arricchendosi di connotazioni sempre più specialistiche. Da un punto di vista tecnico la casa oggi deve essere sicura per la staticità, termicamente e acusticamente isolata, tecnologicamente avanzata e accessibile da un punto di vista economico. Riassumendo, in una sola parola la casa deve essere prestazionale». Di qui l'idea di scomporre il prodotto-casa nelle componenti principali e di individuare per ciascuna l'azienda in grado di fornire la soluzione più prestazionale.
Determinante la strategia di isolamento termico e l'uso di materiali ecosostenibili e a elevato risparmio energetico. Ruolo da protagonista anche per le tecnologie domotiche che oltre a consentire il comando elettronico di una serie di dispositivi e impianti (infissi, sistemi frangisole, antifurto, elettrodomestici) permettono di monitorarne in tempo reale il corretto funzionamento e soprattutto i consumi energetici con l'obiettivo di consentire la rimodulazione degli stessi per il massimo risparmio in bolletta. Sette le aziende in campo: oltre a Wood Beton – capofila dell'iniziativa – ci sono Röfix (per l'isolamento dell'involucro esterno), Metra (per gli involucri architettonici e le chiusure trasparenti), Knauf (per le partizioni e i rivestimenti interni), Ave (per gli impianti elettrici e la domotica), Rbm (per gli impianti termo-idraulici) ed Ensun (per l'impianto fotovoltaico).
Cuore della Smart Domus+ è il sistema di pareti legno-calcestruzzo Aria – fra le ultime novità del catalogo Wood Beton – per la realizzazione dell'involucro. Sono basati sulla tecnologia costruttiva a secco anche i sistemi messi in campo da Knauf. Ecocompatibili le malte, gli intonaci, i rivestimenti murali e le pitture di Röfix. In alluminio i serramenti Metra, ad alto risparmio energetico. Ensan propone un kit completo per installare l'impianto fotovoltaico.
Chiavi in mano, la Smart Domus+ è personalizzabile nelle dimensioni e nelle finiture, a seconda delle più diverse esigenze dei clienti, assicura il team. Il ricorso a sistemi prefabbricati permette di abbattere i tempi e i costi di cantiere e oltre che per uso residenziale il modello è stato pensato anche per realizzare strutture a uso ufficio o commerciale. Per la promozione della Smart Domus+ è stato inoltre creato un apposito sito.
www.smartdomusplus.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA