Progettazione e Architettura

Privati favoriti dalla debolezza del pubblico

Pochi casi italiani nella mostra «Superurbano. Rigenerazione urbana sostenibile». «In Italia manca una visione rivolta al pubblico» dice Leopoldo Freyrie, presidente del Consiglio nazionale architetti. «A Medellin come a New York, la visione rivolta al pubblico non c'è. In Italia tutte le operazioni di qualità sono frutto di interessi, legittimi, dei privati». Se il pubblico oggi non ha né risorse né forza, come si può contare sui privati? «Abbiamo coinvolto ad esempio le Casse delle professioni tecniche chiedendo di fare investimenti di qualità, a parità di reddito. La rigenerazione urbana sostenibile è un progetto di welfare dell'abitare di profonda innovazione culturale – spiega Freyrie – che supera le separazioni tra architettura e urbanistica, tra quartiere e megalopoli, tra governanti e governati. Difficile, ma possibile, soprattutto urgente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA