Progettazione e Architettura

Prima pietra per il centro
del buddismo a Corsico

Francesca Oddo

La realizzazione del complesso culturale promosso dall'Istituto Soka Gakkai nell'hinterland milanese prevede anche il recupero della Cascina Guardia


Posa della prima pietra per il nuovo centro culturale di Corsico, in provincia di Milano. Il progetto, realizzato dallo Studio Peia Associati e affidato su incarico diretto dall'Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai (Ibisg) alla fine del 2009, si avvia alla fase del cantiere. Gdm Costruzioni, arrivata in finale con la Cmb di Carpi (Mo), è l'impresa che si è aggiudicata l'appalto per una cifra di 10 milioni di euro. Le risorse, già disponibili, provengono interamente dall'Ibisg (ente no profit), al quale il Comune di Corsico ha venduto l'area di circa un ettaro.
L'opera, frutto di una convenzione fra l'Istituto e il Comune, sarà realizzata in un clima politico di consenso, confermato anche dal nuovo piano di governo del territorio con il quale il Comune intende, fra gli altri punti del programma, restituire alla città la cascina storica dove sorgerà il centro culturale. In questo senso, l'intervento condivide alcuni contenuti dell'Expo 2015 in tema di recupero delle cascine, potenziamento delle via d'acqua (davanti alla cascina sarà realizzata una fermata del bus d'acqua) e promozione della cultura delle Nazioni.
«Il progetto si articola in due interventi: da una parte il centro culturale con parcheggio verde di nuova concezione basato sul recupero dell'acqua piovana e senza asfalto, dall'altra il recupero e il restauro conservativo della Cascina Guardia di Sopra, sottoposta a vincolo monumentale da parte della Sovrintendenza di Milano», spiega Giampiero Peia.
Il centro culturale prevede un edificio avvolto da una pelle in rame color oro che insiste su un bacino d'acqua; al suo interno sono previsti circa 1.500 posti, fra auditorium e sale ora pubbliche ora di culto (la convenzione comunale prevede infatti l'utilizzo pubblico programmato sia dell'auditorium come sala civica sia di alcune sale del complesso storico). Intorno a essi si distribuiscono un grande bookshop, una zona ristorazione e una per gli uffici e i servizi.
Entro 30 mesi a partire dal 10 giugno scorso, giorno della posa della prima pietra, il progetto dovrebbe essere portato a termine. Inaugurazione prevista, quindi, fra fine 2013 e inizio 2014.

www.peiaassociati.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA