Progettazione e Architettura


Le «cime» di Zucchi
nello skyline di Bolzano

Paola Pierotti


Quattro anni dal concorso al taglio del nastro. È pronto a Bolzano il nuovo headquarter Salewa firmato da Cino Zucchi Architetti e Park Associati. L'inaugurazione ufficiale sarà all'inizio di ottobre ma già oggi l'edificio è operativo. Uno skyline contemporaneo disegnato da linee spezzate, un manto di alluminio grigio-azzurro che riveste un volume di 135mila mc. La nuova sede dell'azienda produttrice di abbigliamento e attrezzature per la montagna è cresciuta in due anni e accoglie un mix di funzioni: showroom, uffici, un magazzino automatizzato, un negozio, una palestra di roccia che si può aprire per manifestazioni pubbliche e una sala polivalente.
Investimento per l'operazione: 40 milioni.
L'azienda ha realizzato in tempi record la sua nuova sede integrando le proprie strutture con spazi a servizio della città, come l'asilo nido, il caffè e la stessa palestra di roccia. La nuova struttura è un landmark aziendale e una porta per la città. «Il successo di questa operazione – spiega Cino Zucchi – è dovuto alla determinazione del committente Oberalp-Salewa, alla particolare localizzazione a ridosso dell'autostrada del Brennero, all'aver indetto un concorso di progettazione in due fasi prima di scegliere il progetto, e al rapporto del nuovo edificio con il paesaggio naturale e quello urbano».
I pieni e gli spazi vuoti generano una sequenza di "paesaggi" diversi. Gli uffici e la palestra di roccia dialogano tra loro e con le montagne abbracciando una grande corte–parcheggio; il grande volume dei magazzini, realizzato in struttura prefabbricata con lucernai e microshed, è rivestito sull'esterno da una pelle in pannelli di alluminio forato ed elettrocolorato in tre tonalità di grigio-azzurro studiate per fondersi con lo skyline retrostante. Lo stesso rivestimento copre i tre volumi più alti degli edifici, alti fino a 50 metri, sul lato sud, fungendo da schermo frangisole. A nord invece le pareti sono vetrate: non necessitano di elementi oscuranti e offrono una vista sul paesaggio. Il nuovo headquarter Salewa interessa un'area di 27mila mq.
Sarà certificato CasaClima classe B ed è la prima opera precertificata KlimaHaus Work&Life. «Si tratta di un sigillo di qualità, speciale – dice Zucchi – che prende in esame la struttura anche in relazione all'ambiente e alle risorse, sulla linea di quello che già fa il Leed». È basato sui tre pilastri della sostenibilità: ecologia, economia e aspetti socio-culturali.
© RIPRODUZIONE RISERVATA


© RIPRODUZIONE RISERVATA