Progettazione e Architettura

Torna il premio Inarch: per proporre i progetti c'è tempo fino al 18 luglio

M.Fr.

Promosso Istituto nazionale di architettura e Ance. Tutte le categorie dell'edizione 2020. Premi nazionali e regionali

Torna il premio Inarch/Ance, promosso dall'Istituto nazionale di urbanistica insieme ai costruttori edili, allo scopo di segnalare con dei riconoscimento le miglori opere realizzate in Italia da progettisti under 40. L'edizione 2020 è realizzata in collaborazione con Archilovers, che offre anche la piattaforma per caricare i progetti.

Il premio è articolato in numerose categorie che coprono un ampio spettro di iniziative edilizie, immobiliari e urbane. Il Premio prevede anche un doppio livello di candidatura; regionale e nazionale. Le principali categorie vede i due premi per interventi di nuova costruzione realizzati in Italia tra il 2014 e il 2020, assegnati ai due progetti «giudicati quale esemplare esiti di un processo edilizio integrale» (fino a 5 milioni di importo e oltre 5 milioni di importo).

Ci sono poi tre premi per interventi realizzati, progettati da giovani progettisti, giudicati «quali esemplari esiti di un processo edilizio integrale». Per ciascuno dei tre interventi vengono premiati committenti, progettisti e imprese esecutrici. Questi premi possono essere assegnati a interventi (singolo edificio o complesso di edifici) sia di nuova costruzione che di riqualificazione edilizia realizzati tra il 2014 e il 2020.

Il premio per il miglior intervento di rigenerazione urbana - concluso tra il 2014 e il 2020 - viene assegnato all'investimento «che si sia distinto per qualità architettonica, utilizzo di strumenti e procedure innovative, capacità di coinvolgimento di investitori privati, efficacia dei processi di partecipazione da parte dei cittadini, razionalità dei tempi di gestione del processo di trasformazione, capacità di divenire riferimento ed esempio - in termini di procedure e tecniche proposte - per altri interventi analoghi». Il riconoscimento viene assegnato a committenti, progettisti o studi di progettazione e imprese esecutrici.

L'ultima delle principali categorie del Premio Inarch è quella dedicata al miglior intervento di riqualificazione edilizia realizzato tra il 2014 e il 2020 che viene assegnato alla «riqualificazione edilizia di un manufatto esistente, giudicato quale esemplare esito di un processo edilizio integrale». Anche in questo caso il riconoscimento va a committenti, progettisti o studi di progettazione e imprese esecutrici.

Ci sono poi altri premi, come quello dedicato all'architettura solare in contesti di pregio, o il premio alla carriera, assegnato a un progettista italiano vivente, «le cui opere costituiscono un importante contributo alla storia dell'architettura contemporanea e la cui figura rappresenta con eccellenza la cultura architettonica italiana». Altri singoli riconoscimenti sono offerti dagli sponsor (Listone Giordano, Manini prefabbricati, Willis Towers Watson, Vimar).

Il bando del premio Il vademecum per la candidatura


© RIPRODUZIONE RISERVATA