Progettazione e Architettura

Stefano Boeri assolto per il centro polivalente di Norcia

Q.E.T.

Il gip di Spoleto: «il fatto non costituisce reato». La struttura era stata realizzata grazie alla donazioni "un aiuto subito" promosse da Corriere e La7

Il gip di Spoleto ha assolto «perché il fatto non costituisce reato» l'architetto Stefano Boeri per la vicenda legata al sequestro del centro polivalente "Norcia 4.0", realizzato dopo il sisma del 2016. Coinvolto nell'indagine come direttore dei lavori era accusato di abuso edilizio ed è stato processato con il rito abbreviato. Rinviato invece a giudizio per la stessa inchiesta il sindaco di Norcia Nicola Alemanno al quale sono stati contestati i reati di abuso edilizio e falso. Per Alemanno l'inizio del processo è stato fissato per il 26 novembre prossimo.

Il centro polivalente è stato realizzato con i fondi di "Un aiuto subito" del Corriere della Sera e di TGLa7. Secondo i magistrati spoletini, che hanno posto sotto sequestro il PalaBoeri, la struttura non poteva essere costruita attraverso le deroghe previste per l'emergenza post sisma, ma doveva essere seguito il normale iter urbanistico-edilizio. Tesi fortemente contrastata dai due indagati e dai rispettivi difensori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA