Progettazione e Architettura

Cuneo, la Fondazione Cassa di risparmio va a caccia di idee under 40 per riqualificare un edificio

Mauro Salerno

La competizione prevede un premio di 20mila euro per il vincitore a titolo di acconto sul successivo incarico. Scadenza: 20 novembre

Un concorso di idee riservato ai giovani progettisti per riqualificare un fabbricato destinato ad attività didattiche ed espositive. A chiamare in campo gli architetti under 40 è la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo che ha deciso di affidare la gestione del concorso alla piattaforma web dell'ordine degli architetti di Bologna. Tutta la procedura si svolgerà dunque on line attraverso il sito dedicato al concorso, raggiungibile a questo indirizzo, dove sono pubblicati anche tutti i documenti di gara.

Pur trattandosi di un concorso di idee, il bando (clicca qui per scaricare il disciplinare) precisa anche il budget previsto per i lavori che non dovranno superare la cifra di 1.293.500 euro (al netto dell'Iva). Il vincitore sarà premiato con 20 mila euro , da considerare come acconto del successivo incarico di progettazione e direzione lavori per un importo stimato in 220mila euro. Previsti anche un premio di 6mila euro per il secondo classificato e di 4mila euro per il terzo. Oltre a ricevere i premi, questi progettisti otterranno anche una certificazione di buona esecuzione del servizio (relativo a uno studio di fattibilità tecnico economica) utilizzabile come requisito per la partecipazione a gare future.

Ai fini dell'ottenimento dell'incarico (si tratta di riqualificare un edificio o degli anni '80 sito nella zona di espansione novecentesca di Cuneo) il vincitore dovrà dimostrare «un livello di copertura assicurativa contro i rischi professionali, pari ad almeno a un milione di euro e una serie di requisiti di capacità tecnico-professionale, compito che potrà assolvere anche attraverso formule di avvalimento o costituendo un'raggruppamento con altri soggetti.

Per partecipare è necessario iscriversi al sito web del concorsoe presentare progetto (di massima) e relazione (unico pdf con dimensione massima di 20MB) entro il 20 novembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA