Progettazione e Architettura

Centrale di progettazione/2. Architetti di Palermo contro l’ufficio regionale: «Pericoloso ritorno al passato»

M.Fr.

Il presidente dell’ordine Francesco Miceli: si rischia di far chiudere migliaia di studi tecnici

L’ufficio speciale per la progettazione che è stato istituito dalla Regione Sicilia rappresenta «un pericoloso ritorno al passato». La denuncia è del presidente dell'ordine degli architetti di Palermo, Francesco Miceli in relazione alla delibera di giunta approvata lo scorso 4 novembre dal governo regionale che istituisce una struttura cui affidare la progettazione di tutte le opere pubbliche di livello regionale ed eventualmente anche di livello locale, previa richiesta e sottoscrizione di una convenzione. «L'ufficio - spiega Miceli - in linea con gli annunci nazionali intende utilizzare il personale tecnico presente all'interno delle amministrazioni pubbliche per la progettazione delle opere pubbliche. Ovvero, un personale che ormai da alcuni decenni si occupa prevalentemente di procedure in termini tecnico-amministrative e certamente non di progettazione». Tutto questo rappresenta «un ritorno al passato - ribadisce Miceli - e al cosiddetto capitalismo di Stato, che rischia di distruggere definitivamente un patrimonio di conoscenze e di esperienze nell'ambito della progettazione e far chiudere migliaia di studi tecnici».


© RIPRODUZIONE RISERVATA