Progettazione e Architettura

Scuole innovative, maxi-concorso al traguardo: 50 vincitori (da esordienti a professori)

Massimo Frontera

Ieri l'aggiudicazione (provvisoria), a oltre un anno e mezzo dalla pubblicazione del bando

A oltre un anno e mezzo dalla pubblicazione del bando, il concorso di idee lanciato dal Miur per selezionare 51 scuole innovative, taglia - finalmente - il traguardo. Nell'ultima seduta pubblica, svoltasi ieri presso la sede del ministero dell'Istruzione, sono stati infatti ufficializzati i nomi dei progettisti selezionati dalla commissione.

In realtà le aggiudicazioni sono state 50, una in meno del previsto, perché per l'area del Comune di Catanzaro non ci sono stati vincitori. Tra i nomi dei vincitori c'è un po' di tutto, (tranne le archistar): esordienti, giovani progettisti (under 40) che hanno già partecipato a concorsi (e in alcuni casi li hanno anche vinti), studi affermati e, infine, docenti universitari. Tra quest'ultima categoria ci sono almeno cinque nomi da segnalare: Pasquale Miano, professore di progettazione architettonica all'universitàFederico II di Napoli, che ha vinto a Montemiletto (Avellno); Luigi Franciosini, docente di progettazione architettonica a Roma Tre, vincitore a Modena; Alberto Valerio Morabito, docente all'università Mediterranea di Reggio Calabria (vincitore a Floridia, Siracusa); Fabrizio Rossi Prodi, docente all'Università di Firenze, vincitore a Poggibonsi. Un altro nome noto della progettazione è quello di Antonio Monestiroli, professore emerito al Politecnico di Milano.

Tra i capogruppi dei team vincitori solo quattro donne: Marta Baretti, vincitrice a Cervignano del Friuli; Anita Maria Sardellini, vincitrice ad Ancona provincia; Lucia Zamponi, vincitrice a Macerata provincia; Aurora Perra, vincitrice a Cagliari provincia.
Nessuno studio straniero tra i vincitori, nonostante la presenza di 21 candidature provenienti dall'estero tra le 1.238 proposte raccolte dal concorso.
Tra le vittorie degne di menzione, c'è quella di Nicola Somà, che a Cremona ha prevalso sulla proposta di Claudio Lucchin di studio Cleaa (arrivato secondo) e a Matteo Scagnol di MoDus Architects (arrivato terzo).


© RIPRODUZIONE RISERVATA