Progettazione e Architettura

Maxi-frangisole metallico per la torre Zucchetti a Lodi firmata Marco Visconti

M.Fr.

L'edificio, oggetto di profonda riqualificazione, alto 60 metri e si candida al certificato Leed

È stata per anni la sede della provincia, oggi torna a nuova vita, radicalmente trasformata. La torre che domina Lodi - che oggi viene inaugurata dopo una profonda ristrutturazione - è irriconoscibile. L'edificio alto 60 metri con 14 piani si candida a diventare un landmark. Il merito è soprattutto del grande mantello metallico ideato dall'architetto Marco Visconti, che ha ricevuto l'incarico di pensare al nuovo progetto architettonico da parte di Zucchetti Spa, la società di informatica che ha acquisito la proprietà dell'edificio e che ne ha fatto la sua nuova sede aziendale.

L'imponente elemento architettonico metallico con funzione di frangisole - 220 tonnellate in totale - cambia completamente l'impatto visivo della struttura preesistente. L'idea progettuale elaborata da Visconti con strumenti Bim aveva come obiettivo quella di rappresentare, nel ritmo delle linee metalliche, le "onde cerebrali" intese come essenza del lavoro intellettuale dell'azienda committente. La ristrutturazione ha anche coinvolto la struttura e soprattutto gli impianti. L'edificio si candida alla certificazione Leed.


© RIPRODUZIONE RISERVATA