Progettazione e Architettura

Sulle Prealpi bergamasche l'ampliamento firmato studio CN10 architetti

Francesca Oddo

Ristrutturazione e ampliamento dell'abitazione privata localizzata su un area collinare di Villa D'Adda

In prossimità delle Prealpi Bergamasche, in un territorio collinare ricco di verde e di boschi, CN10 architetti (Gianluca Gelmini e Andrea Pressiani) ha appena ultimato la ristrutturazione e l'ampliamento di Casa MCR, un intervento minuto che esprime eleganza nella sobrietà. Non è una sorpresa, del resto, considerato che il team con base nella provincia di Bergamo agisce sulla materia, sulle superfici e sui volumi sempre con estremo garbo e pensiero lineare, pulito, attento al contesto e alle preesistenze. Un atteggiamento progettuale che ricorre sia negli interventi di recupero - lo dimostra il recentissimo recupero dell'ex Monastero di San Giuliano del piccolo centro di Bonate Sotto così come il restauro della Torre del Borgo a Villa d'Adda - sia in quelli di nuova costruzione, come l'ampliamento dell'Oratorio di Carvico.

Sul Monte Canto, ricoperto in gran parte da boschi e castagneti, lì dove Casa MCR si trova, CN10 risponde alle esigenze dei committenti creando un appartamento per la figlia sopra quello dei genitori, e a tal fine riconfigurando anche quello originario in maniera da definire una continuità formale fra le due abitazioni. L'operazione è stata quella di alzare la falda preesistente e ampliare in orizzontale la nuova unità abitativa. «Un disegno "moderno" connotava già l'edificio preesistente: pianta quadrata, tetto piano, rivestimento in mattoni, grandi finestre - spiegano i progettisti -. Il progetto ha operato una rilettura dell'intero edificio in continuità con i caratteri già presenti, riconsiderandone tuttavia sia l'articolazione interna sia l'immagine complessiva verso l'esterno e il rapporto con il territorio circostante. Il risultato finale mostra un volume regolare in parte scavato, in parte in aggetto, connotato dalla semplicità delle parti, orientate in relazione all'esposizione e alle visuali sul paesaggio».

In effetti il paesaggio invade costantemente lo spazio attraverso una successione di patii che risultano catalizzatori di luce, aria, verde. La casa è sì un susseguirsi di ambienti intimi, ma mai introversi, sempre disponibili a creare dei cannocchiali visivi sul contesto che la circonda. Come dire che il paesaggio rimane sempre il benvenuto in questa architettura intenta a coniugare natura e intervento dell'uomo. Per quanto riguarda il rivestimento del volume, una tinteggiatura grigia ha uniformato la parte esistente in mattoni e quella nuova in muratura intonacata creando un unico volume.
L'interno è un susseguirsi di spazi luminosi dalle linee contemporanee, con grande cura per i dettagli. L'elemento che più di tutti si impone per carattere e mole, ma anche perché introduce con vigore una tonalità calda nella casa dominata da colori che dal bianco sfumano al grigio, è il blocco centrale rivestito in doghe di noce che articola e suddivide le funzioni interne, oltre a contenere i servizi e i collegamenti verticali.

Chi è il progettista
CN10 architetti è stato fondato nel 2004 da Gianluca Gelmini (classe 1967). Dal 2010 collabora con lui Andrea Pressiani (classe 1987). Lo studio si occupa di progettazione architettonica e recupero del patrimonio storico a diverse scale d'intervento. Gelmini ha insegnato al Politecnico di Milano, alla Facoltà di Architettura dell'Università di Parma e all'Accademia di Architettura di Mendrisio.

I crediti dei progetto
Casa MCR
Luogo: Villa d'Adda (Bergamo)
Cliente: Privato
Progetto architettonico e direzione lavori: CN10architetti (Gianluca Gelmini, Andrea Pressiani)
Strutture: Studio Tecnico Cattaneo (Giuseppe Cattaneo, Giovanni Cattaneo), Villa d'Adda (BG)
Impresa di costruzioni: Edilcentralino, Sotto il Monte Giovanni XXIII (BG)
Cronologia: progetto/2014, realizzazione/2015-2016
Superficie: 120 mq
Disegni, modelli e render: Andrea Pressiani


© RIPRODUZIONE RISERVATA