Progettazione e Architettura

Cipro, concorso internazionale per un museo archeologico da 75 milioni a Nicosia

Mariagrazia Barletta

Obiettivo della competizione: selezionare la migliore proposta dal punto di vista architettonico, funzionale, tecnico ed economico della nuova struttura, che avrà il compito di promuovere la ricca eredità culturale dell'isola

Il ministero dei Trasporti di Cipro bandisce un concorso di progettazione internazionale per realizzare un nuovo museo archeologico da 75 milioni di euro a Nicosia. Obiettivo della competizione: selezionare la migliore proposta dal punto di vista architettonico, funzionale, tecnico ed economico della nuova struttura, che avrà il compito di promuovere la ricca eredità culturale dell'isola, dove la presenza umana attraversa ben 120 secoli. Sarà legato alle ricerche archeologiche del Mediterraneo e ospiterà i reperti provenienti dalle campagne di scavo in corso sull'isola.

Il nuovo museo dovrà includere spazi per esposizioni permanenti e temporanee, un auditorium, una biblioteca, gli uffici del Cyprus Department of Antiquities, archivi, laboratori, un ristorante, una caffetteria e bookshop. Il progetto dovrà prevedere anche la sistemazione degli spazi esterni (aree verdi, percorsi pedonali e carrabili e parcheggi) ed integrare un piccolo edificio storico.

Il concorso si svolge in due fasi ed è in forma anonima. Alla prima possono partecipare architetti, anche riuniti in team, chiamati a presentare una proposta progettuale. Saranno selezionate 8 équipe, a ciascuna delle quali andrà un indennizzo di 25mila euro. Per la seconda fase i requisiti di partecipazione si fanno più stringenti e all'architetto capogruppo, oltre ad un'esperienza professionale di almeno 12 anni, è richiesta la realizzazione di almeno un museo, o di un'altra opera simile, di importo non inferiore a 8 milioni di euro. Sono considerati lavori di complessità simile anche gallerie, teatri o auditorium, sale per concerti, biblioteche ed altri edifici pubblici purché non si tratti di uffici. I team partecipanti alla seconda fase devono includere, inoltre, esperti in museologia, ingegneri civili o edili, ingegneri meccanici ed elettrici.

Agli autori del progetto primo classificato andrà un premio di 100mila euro. 70mila e 40mila euro sono le somme riservate ai team che si posizioneranno rispettivamente al secondo e terzo posto. Per lo sviluppo del progetto o di sue parti la committenza si obbliga ad affidarsi al gruppo vincitore.

Le proposte relative alla prima fase vanno consegnate entro il 9 gennaio 2017, attraverso la piattaforma eprocurement.gov.cy, dove è anche possibile scaricare tutta la documentazione di gara. Tra i membri della giuria c'è l'architetto inglese Sir Peter Cook, professore emerito all'University College di Londra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA