Progettazione e Architettura

A Milano lo studio Piuarch completa il «Gucci hub»

Francesca Oddo

Ieri la prima sfilata nel nuovo spazio che gli architetti milanesi hanno disegnato nella ex fabbrica aeronautica Caproni

Il nuovo quartier generale di Gucci, fra i principali marchi mondiali nel settore della moda e del lusso, è stato appena inaugurato a Milano. Con il nuovo "Gucci Hub", come lo ha definito il suo committente, lo studio di architettura Piuarch porta a segno un altro importante successo: il recupero e il cambio di destinazione d'uso della ex-fabbrica aeronautica Caproni, costruita in origine nel 1915, per una superficie totale di 35.000 metri quadrati. Nulla è dato sapere sul costo dell'operazione.

Portare la luce all'interno degli originari capannoni è stato uno dei principali motori che ha guidato le scelte dei progettisti: oggi gli edifici in mattoni, pur mantenendo parte della loro configurazione iniziale, adottano ampie superfici vetrate capaci di catalizzare l'illuminazione naturale. La luce diventa quindi l'elemento che dona nuova vita e spirito ai capannoni, rimasti bui e inutilizzati per anni.

«Facciate in mattoni accompagnano sui due lati la strada principale che collega e ricuce tutti gli edifici e le funzioni, fino ad approdare ad una suggestiva piazza coperta -spiega il team di Piuarch-. Al centro del complesso svetta una torre di sei piani costruita ex-novo, con le pareti in vetro. Il volume e la forma della torre, con i suoi componenti neri e di metallo, producono un forte contrasto con le pareti di mattoni rossi degli edifici storici». L'hangar, una volta utilizzato per l'assemblaggio dei velivoli e oggi recuperato, sarà lo scenario della sfilate a partire dal 2017.

Intorno a questa nuova cittadella della moda graviteranno un bosco, una piazza alberata, giardini, patii e pareti verdi. Il progetto ha permesso un risparmio medio sui costi energetici del 25% e una quota del costo totale di energia annuale è compensata da fonti rinnovabili generate da un sistema fotovoltaico. I rifiuti prodotti in cantiere durante i lavori? Sono stati riciclati per il 90% rispetto al totale. Tanto che il "Gucci Hub" possiede già la certificazione Leed Gold.


© RIPRODUZIONE RISERVATA