Progettazione e Architettura

Pronto il nuovo Centro congressi di Roma, tutti i numeri dell'opera

Massimo Frontera

Nel 2008 sono partiti i lavori affidati all'impresa Condotte. Pazzali: (Eur Spa): «Il nuovo polo congressuale produrrà 300 milioni di euro di Pil all'anno»

Per il Nuovo Centro Congressi sono state utilizzate 20mila tonnellate di acciaio, quasi tre volte la Torre Eiffel) mentre le superfici vetrate sommano svariati campi di calcio. Sono alcuni dei numeri che fanno intuire le caratteristiche di quest'opera, ideata da Massimiliano Fuksas e finalmente completata e presentata martedì 19 luglio a Roma, dai vertici di Eur Spa e dell'impresa Condotte, che ha realizzato il lavoro.

Gli ultimi interventi
Il cantiere è ormai stato smantellato, anche se mancano ancora alcuni interventi: la struttura deve essere ancora attrezzata con un sistema wireless e necessita di alcune sistemazioni esterne (come il giardino lungo Viale Cristoforo Colombo, che sarà liberamente accessibile alla cittadinanza). Poi sarà la volta del collaudo (entro 6-8 mesi).
Il 29 settembre è stata fissata la data dell'inaugurazione ufficiale, con una diretta Rai alla presenza del premier Matteo Renzi. E ci sono già un paio di prenotazioni per l'attività congressistica, che l'ammistratore delegato di Eur Spa, Enrico Pazzali, conta di avviare nel 2017 «con l'obiettivo di andare a regime nei prossimi 3-5 anni».

Il nuovo nome della Nuvola
Curiosamente, non c'è ancora il nome. La struttura finora nota come la "Nuvola" sarà ribattezzata, con un nome scelto appositamente per significare il posizionamento internazionale nel circuito congressistico. Il nome, ha annunciato ha riferito Pazzali, «sarà scelto attraverso un concorso di idee, rivolto a tutti, che ci porterà a scegliere il nome del Centro Congressi di Roma, che comunicheremo nella serata del 29 ottobre, quando premieremo il vincitore, in diretta televisiva su Rai 1». CI sono grandi attese sulla messa a reddito della struttura. «Uno studio della camera di commercio - ha riferito l'amministratore delegato di Eur Spa - stima che un congressista spenda circa 1.400 euro a congresso; e noi, a regime, possiamo puntare ad ospitare tra i 200 e i 300mila congressisti l'anno, il che significa una potenziale ricaduta sul territorio tra i 300 e i 400 milioni di euro».

I numeri del centro congressi
La struttura ha una capienza complessiva massima di 8mila posti, di cui oltre 6mila nelle sale congressuali e 1.762 nell'Auditorium (1.248 in platea e 514 in galleria), cuore scenografico del progetto. La grande teca - che ospita al suo interno la "nuvola" misura 70x175 metri per 40 metri di altezza ed è realizzata interamente in acciaio e vetro, inclusa la copertura. Il piano interrato è un grande spazio di 9mila mq che consente di creare le sale delle misure volute, grazie a un sistema di pareti mobili e modulari. La sala più grande (Plenaria) può ospitare fino a 6mila persone. Nel massimo frazionamento possibile si possono ottenere 24 diverse sale. L'accesso principale alla parte superiore della teca e poi alla nuvola avviene attraverso scale mobili.

Il costo di costruzione
«Quanto agli investimenti relativi all'appalto per la costruzione del centro congressi e dell'albergo - si legge nel comunicato di Eur Spa - il quadro economico per progettazione, lavori, direzione lavori, collaudo, opere complementari innovative e altri oneri (Iva esclusa) ammonta a circa 300 milioni di euro. Nello specifico: circa 244,5 milioni di euro per i lavori di costruzione realizzati da Condotte (238,5 milioni di euro per le opere principali e 6 milioni di euro per le opere complementari); quasi 29 milioni di euro per spese tecniche, di progettazione e di direzione creativa; 9,5 milioni di euro per oneri concessori; altri oneri per oltre 19 milioni di euro (accordo bonario con la società costruttrice del sito).
I tempi di realizzazione sono stati invece influenzati dalle 12 varianti intervenute dal primo trimestre 2008 (sottoscrizione del contratto di appalto e inizio lavori) al primo trimestre 2016 (12° variante a stralcio)».

L'albergo all'asta
I vertici di Eur Spa informano che oggi, 20 luglio, la società delibera la messa in vendita all'asta dell'albergo. Sarà pubblicata una manifestazione di interesse all'acquisto, senza indicazione di prezzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA