Progettazione e Architettura

Taranto, al via il concorso internazionale di idee per valorizzare la città vecchia

M.Fr.

Concorso in due fasi, prequalifica per 20 gruppi, montepremi di 115mila euro, partecipazione entro il 20 luglio

Parte il concorso internazionale per rivitalizzare la città vecchia di Taranto, città attualmente alle prese con la complessa vicenda Ilva .
Il bando del concorso internazionale di idee è stato pubblicato.Tutti i documenti di gara si trovano sull'apposita pagina del sito di Invitalia, che è l'ente attuatore del concorso promosso e sostenuto da Presidenza del Consiglio, Regione Puglia e Comune. Per scaricare bando e disciplinare occorre registrarsi. Per tutti gli altri documenti l'accesso è libero.

Il concorso serve a selezionare interventi per riqualificare l'area, a integrazione delle iniziative che il Comune ha già segnalato in passato nell'ambito del Piano nazionale delle città. A prevederlo è il decreto legge n.1/2015 (dedicato alla vicenda Ilva e della città) che indica anche le procedure per l'attuazione dei progetti che saranno selezionati e finanziati.

SCARICA IL TESTO - LE LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE

Il bando, spiega una nota, punta alla realizzazione di una strategia di sviluppo e alla definizione di un piano di interventi traducibili in progetti concreti e realizzabili per la Città Vecchia di Taranto, in grado di: favorire la riqualificazione urbana e ambientale; sostenere la rigenerazione sociale; creare un attrattore culturale regionale e nazionale; individuare un programma di interventi prioritari in chiave di ‘‘innovazione e accessibilità".

Nel team di progettazione è richiesto «almeno un professionista esperto sui temi della rigenerazione urbana e dello sviluppo locale». «I gruppi - spiega sempre una nota - possono coinvolgere altre figure professionali come: storici dell'arte o dell'architettura, esperti in conservazione e restauro del patrimonio culturale, archeologi, esperti di marketing territoriale e smart planning, esperti in ecologia e/o tutela ambientale, esperti in mobilità, esperti in processi partecipativi e comunicazione».

Il concorso è in due fasi. Con la prima sarà selezionata una short list di 20 finalisti, tra i quali - attraverso la seconda fase - sarà selezionato il vincitore della competizione.
Per i vincitori della seconda fase, è previsto un monte premi di 115.000 euro complessivi. Il concorso scade il 20 luglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA