Progettazione e Architettura

Irrompe la street art nello studio di consulenza con vista sul Duomo di Milano

Massimiliano Carbonaro

Il Boston Consulting Group ha chiesto allo studio Albera Monti & Associati di ridisegnare la sede meneghina

Nuova sede milanese per Boston Consulting, multinazionale specializzata in consulenza aziendale, che ha ricavato i nuovi spazi all'interno di un edificio storico milanese con un design interno decisamente smart, firmato dallo studio AMA Albera Monti & Associati.

Il progetto di ristrutturazione con cui è stato ridisegnato l'interno di un edificio del 1873 (firmata dall'architetto Giuseppe Mengoni) ha voluto ridare nuova vita a un immobile con idee e soluzione definite di "cross-fertilization" prendendo cioè dal mondo dell'arte e del design ma anche della tecnologia e dell'innovazione. Di fronte al Duomo, si tratta di una struttura tra le più celebri del capoluogo meneghino, dove è passata realmente la storia: basti pensare che nel 1943 fu sede dell'adunata dei militare del generale Bava Beccaris, mentre nel 1965 dalle sue terrazze si affacciarono a salutare i fan i Beatles.

Gli interni sono stati completamente ridisegnati dallo studio Albera Monti per sette piani e 6.200 metri quadri con tre terrazze panoramiche. Così i nuovi uffici BCG sono moderni riuscendo a rispecchiare le più recenti tendenze dell'interior design nel rispetto di un passato che non va dimenticato. Gli spazi sono pensati in primo luogo per i professionisti di BCG, prestando grande attenzione alla loro qualità della vita. Ma non è stata trascurata la cittadinanza milanese che potrà usufruire degli spazi comuni del palazzo dove saranno pensate e organizzate mostre, convegni e attività culturali e di intrattenimento. Tra le novità del palazzo c'è una zona benessere con sala massaggi, uno spazio hi-tech dove poter vedere film e video in surround, un auditorium, aree ristorazione sia indoor che outdoor, un giardino botanico, spazi di co-working e più ambienti dedicati all'arte.

È stato persino rivisto il logo aziendale con la collaborazione dello studio Truly Design di Torino in modo che si potesse riflettere sulla parete di fondo, interamente rivestita di specchi. All'interno si trova un lucernario CoeLux: una finestra tecnologica con luce artificiale capace di ingannare l'occhio umano, le telecamere e i computer grazie a un sottile rivestimento di nanoparticelle per simulare il processo naturale che accade sulla Terra grazie alla presenza dell'atmosfera, che causa la diffusione delle radiazioni nel cielo e quindi creare una illuminazione naturale. Nel contro-soffitto è stato usato il Rockfon, un materiale fonoassorbente. Una parete in maniera sorprendente è dedicata alla street art con un murales interamente realizzato a spray.

«Vogliamo essere anche fisicamente una struttura aperta - ha dichiarato Giuseppe Falco, amministratore delegato di BCG per Italia, Grecia e Turchia - un centro di gravità con un ruolo sociale, dove mettere a disposizione le profonde competenze e le esperienze che, a livello globale, costituiscono il patrimonio del nostro gruppo. Gli uffici di Piazza Duomo sono stati pensati per avere un rapporto con la città e le sue comunità». Le pareti sono dotate di vetrate di separazione delle stanze che si muovono per creare ambienti personalizzabili. Sono anche state installate delle scrivanie (utilizzate anche alla Casa Bianca) con il piano di lavoro regolabile perché lavorare in piedi favorisce la concentrazione, limita i danni che derivano dalle posture errate, fa dimagrire. Le pareti sono rivestite in TopAkustik, un altro materiale fonoassorbente. L'agorà del sesto piano è un auditorium con una scenografica gradinata a forma di anfiteatro, che collega con il piano superiore. Le digital rooms sono dotate di monitor con tecnologia touch. Il terrazzo ha pietre grezze, marmi lavorati, e l'acqua è presente con una cascata, pannelli di legno intrecciato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA