Progettazione e Architettura

A Pompei parte il restauro delle fortificazioni settentrionali

M.Fr.

Il servizio è stato aggiudicato a Lotti Ingegneria con Tecne, Most e Maria Romana Picuti

La società romana Lotti Ingegneria comunica di aver avviato le attività del "Progetto di Restauro e valorizzazione del settore settentrionale delle Fortificazioni di Pompei", incarico acquisto a seguito della gara finanziata nell'ambito del "Grande Progetto Pompei", programma straordinario e urgente di interventi conservativi, di prevenzione, manutenzione e restauro attraverso il quale il Governo italiano ha privilegiato l'investimento sullo straordinario sito archeologico.

Lo studio viene svolto in collaborazione con Tecne, Most e, per l'archeologia, con Maria Romana Picuti. Il progetto si avvale della consulenza scientifica di Maria Grazia D'Amelio, docente alla facoltà di Ingegneria di Roma Tor Vergata.

«Le fortificazioni - spiega Lotti - rispetto ad altri resti archeologici, presentano caratteristiche specifiche dal punto di vista architettonico, conservando la propria identità urbana e costituendo un raro documento sull'organizzazione costruttiva e sull'articolazione spaziale delle strutture difensive sannitiche, aggiornato tra fine del II inizio primo secolo avanti Cristo». L'intervento include anche la cosiddetta Torre di Mercurio, in buona parte ricostruita, che si eleva per due piani fuori terra e tre livelli di calpestio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA