Progettazione e Architettura

Ecobonus, Realacci in pressing sul Padoan: «sui condomìni grave ritardo delle Entrate»

Massimo Frontera

Il presidente della Commissione Ambiente della Camera ha presentato una interrogazione al ministro dell'Economia per sollecitare l'emanazione di una circolare attuativa

L'Agenzia delle Entrate è al lavoro sulla circolare, prevista dalla legge di Stabilità, che spiega come sarà possibile utilizzare l'ecobonus sulle riqualificazioni energetiche degli edifici anche agli incapienti al fine di consentire interventi su scala condominiale. A riferirlo è il presidente della Commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci (Pd), che - insieme ai colleghi di partito Misiani e Braga, ha sottoscritto una interrogazione al ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan proprio su questo tema. «Il grave ritardo nella definizione delle modalità di accesso all'ecobonus per i condomìni, da parte della Agenzia delle Entrate, rischia di vanificare questa misura e di far perdere al Paese una importante opportunità», ha ricordato Realacci. Nell'interrogazione si sottolinea che il beneficio ha una finestra temprale brevissima. «Per rendere operativa questa misura - sottolinea Realacci - è necessario un provvedimento con le modalità di attuazione che l'Agenzia delle Entrate avrebbe dovuto emanare entro febbraio e di cui siamo ancora in attesa, come denunciato con preoccupazione da Legambiente e dal Consiglio nazionale degli architetti». «Considerando che le detrazioni scadono il 31 dicembre, questo grave ritardo rischia di rendere vana la misura - aggiunge -. Ho quindi chiesto al Ministro dell'Economia e delle Finanze di sollecitare l'Agenzia delle Entrate ad emanare celermente questa circolare».


© RIPRODUZIONE RISERVATA