Progettazione e Architettura

Thetis si aggiudica un contratto con la Ue per la pianificazione sostenibile dei mari europei

Q.E.T.

L'assistenza riguarda la regione marina del Mediterraneo orientale e in particolare Italia, Slovenia, Croazia, Grecia, Cipro


Thetis, società associata all'Oice, in consorzio con importanti società di consulenza europee, coordinate da S. Pro (Sustainable Projects) di Berlino, si è aggiudicata la gara della Direzione generale Affari Marittimi e Pesca della Comunità Europea per il contratto di fornitura di servizi di assistenza agli Stati membri per implementare la direttiva quadro 2014/89, approvata il 23 luglio 2014, volta a creare un quadro comune per la pianificazione dello spazio marittimo europeo.

La direttiva impegna gli stati membri a sviluppare entro marzo 2021 piani di gestione dello spazio marittimo, al fine di contribuire allo sviluppo sostenibile di settori economici strategici quali produzione di energia offshore, trasporti marittimi, pesca e acquacoltura, turismo marittimo, estrazione di materie prime. Tali piani dovranno inoltre garantire la conservazione, la tutela e il miglioramento dell'ambiente marino, compresa la resilienza all'impatto del cambiamento climatico. La competizione per lo spazio marittimo (dovuta ad esempio alla realizzazione di impianti offshore per la produzione di energie rinnovabili o allo sviluppo di acquacoltura e altri settori in forte crescita) ha messo in rilievo la necessità di una gestione efficiente per evitare potenziali conflitti e creare sinergie tra le diverse attività.

Un utilizzo sostenibile e coordinato dello spazio marittimo e delle risorse marine contribuirà a superare possibili conflitti fra le diverse amministrazioni, ad incoraggiare gli investimenti nel campo delle fonti energetiche rinnovabili o dell'istituzione di zone marine protette, ad accrescere il coordinamento tra le amministrazioni, ad incrementare la cooperazione transfrontaliera e a proteggere in generale l'ambiente marino.

Thetis fornirà assistenza per la regione marina del Mediterraneo orientale, prestando particolare attenzione agli Stati europei: Italia, Slovenia, Croazia, Grecia, Cipro.
«L'aggiudicazione di questo contratto - sottolinea Emiliano Ramieri, Divisione Ambiente e Territorio di Thetis - conferma le nostre competenze e capacità riconosciute a livello internazionale su temi ritenuti strategici a livello europeo, quali la gestione sostenibile degli ambienti marini e costieri. Il nostro compito in questa specifica regione marina del Mediterraneo riguarderà la capitalizzazione delle pratiche sostenibili e dei progetti strategici concernenti la pianificazione dello spazio marittimo. La nostra azione sarà inoltre concentrata sull'analisi dello stato di fatto della pianificazione e sulla comunicazione delle fonti di finanziamento disponibili per gli Stati membri a sostegno di una pianificazione durevole dello spazio marittimo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA