Progettazione e Architettura

Efficienza energetica, accordo Cna-Enel per la formazione gratis agli architetti

Massimo Frontera

Oggi viene firmato il protocollo tra consiglio nazionale ed Enel Energia per l’aggiornamento continuo dei professionisti

Prima di cedere il posto al nuovo presidente del consiglio nazionale degli architetti (da poco votato dai professionisti), Leopoldo Freyrie mette la sua firma su un’iniziativa che contribuirà ad arricchire le competenze degli iscritti. La formazione continua è un driver fondamentale per il futuro della professione. E l’efficienza energetica degli edifici è l’unico driver che oggi promette uno sviluppo, non solo per le professioni tecniche ma per l’intero comparto dell’edilizia. Il protocollo che sarà firmato oggi tra il presidente Freyrie, e il responsabile mercato Enel Italia, Nicola Lanzetta, mette insieme questi due driver della professione - formazione continua ed efficienza energetica - predisponendo un importante strumento di crescita professionale. Che, peraltro, non sarà oneroso per i professionisti, in quanto alla base dei corsi non c’è uno scopo di lucro. L’accordo sarà firmato nella cornice del convegno in programma questa mattina a Roma su “Efficienza energetica e condomini. L'eco bonus 2016 per avviare la rigenerazione urbana”. L’incontro si svolge presso la sede romana del consiglio nazionale degli architetti, a Via S. Maria dell'Anima, 10.

Il protocollo d’intesa Architetti-Enel Energia
Ilprotocollo che viene sottoscritto oggi tra Cna ed Enel Energia dura un anno e viene tacitamente rinnovato, salvo esplicita disdetta. Secondo l’accordo, la società del gruppo Enel metterà a disposizione degli architetti italiani «iniziative gratuite (o al puro costo) di Formazione Continua Permanente al fine di aggiornarli sull'innovazione delle tecnologie efficienti residenziali, sulle loro caratteristiche e relativi benefici, sulle criticità installative ed autorizzative». Inoltre, architetti ed Enel, apriranno «una collaborazione permanente
su Iniziative finalizzate all'elaborazione congiunta di proposte normative, all'organizzazione di iniziative congiunte e più in generale ad esplorare ulteriori possibilità di collaborazione». L’accordo è una cornice che ora dovrà attende di essere riempita di contenuti, di con non sono previsti limiti tematici o quantitativi.

Freyrie: «Prorogare le detrazioni fiscali sulle riqualificazioni energetiche»
Per Leopoldo Freyrie, presidente del Consiglio nazionale degli architetti, «in tema di efficientamento energetico è di fondamentale importanza l'estensione - prevista dalla Legge di Stabilità 2016 - dell’ecobonus ai condomini: una battaglia, questa, che gli architetti italiani hanno portato avanti insieme a Legambiente. Serve ora che siano definite al più presto le modalità di accesso a questa opportunità per vincere una sfida così importante per il rilancio del settore edilizio. Serve anche che il Governo si impegni a prorogare le detrazioni in un orizzonte temporale almeno triennale per rendere possibile programmare adeguatamente gli investimenti necessari”.

Lanzetta: «Necessaria una semplificazione burocratica»
Per Nicola Lanzetta, responsabile mercato Enel Italia, «le soluzioni tecnologiche e impiantistiche di ultima generazione permettono di efficientare in modo importante i consumi delle abitazioni e ridurre il livello di emissione di inquinanti, attraverso interventi che vanno dall'ammodernamento degli impianti all'integrazione con le fonti rinnovabili, dall'uso di sistemi a led all'installazione di dispositivi innovativi per i servizi di Smart Home, con una gestione efficiente e consapevole dei consumi. In un contesto urbanistico come quello italiano, riteniamo che siano necessari due piani di azione, uno a livello di incentivazione e uno a livello di semplificazione degli aspetti burocratici della normativa, ovviamente mantenendo prescrizioni e standard effettivamente motivati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA