Progettazione e Architettura

Assicurazioni per ingegneri e architetti, dal 1° gennaio scatta la nuova convenzione Inarcassa

Giuseppe Latour

Sarà Lloyd's Assigeco a gestire le coperture per il prossimo triennio. In arrivo premi scontati e garanzie aggiuntive

Dal primo gennaio 2016 arriva la nuova convenzione targata Inarcassa. L'ente di previdenza di ingegneri e architetti ha appena comunicato l'esito della gara con la quale è stato rinnovato l'accordo per la copertura della Rc professionale. Dopo Willis, in scadenza a fine 2015, sarà Lloyd's Assigeco a gestire la convenzione. Chi intende sottoscrivere o rinnovare una polizza a partire dal prossimo primo gennaio, allora, potrà usufruire di questa nuova possibilità. Che prevede alcuni sconti: il premio minimo annuo scenderà fino a 206 euro.
La convenzione per le coperture della Rc professionale è stata rinnovata a seguito di una gara pubblica. I Lloyd's di Londra, mediante Assigeco, uno dei più importanti coverholder degli assicuratori inglesi, sono risultati aggiudicatari, per il prossimo triennio. Spiegano da Inarcassa: «La nuova convenzione sarà attiva dal primo gennaio 2016, ferma restando la data di scadenza fissata al 31 dicembre della convenzione in essere con Willis, ed è destinata agli ingegneri e agli architetti regolarmente iscritti all'albo e muniti di partita Iva, agli studi associati ed alle società».

Il nuovo accordo offre, rispetto al precedente, alcuni miglioramenti economici e normativi. Ci saranno premi scontati del 1,80% per la copertura Rc e dello 0,1% per la tutela legale, con un premio minimo annuo di 206,23 euro per tutti gli iscritti, incluse le società di ingegneria. Ai fini del calcolo del premio, non sono più considerati tutti i sinistri attivati prima della stipula della polizza o del suo rinnovo, che alla data di adesione non abbiano dato luogo al riconoscimento dell'obbligo di liquidazione di risarcimenti.
Ancora, per gli assicurati con sinistri pregressi che abbiano dato luogo effettivo alla liquidazione di un risarcimento prima della stipula o dell'eventuale rinnovo di polizza per un importo pari o inferiore a 100mila euro, gli assicuratori dei Lloyd's si impegnano ad applicare una percentuale di aumento pari solo al 20 per cento del premio. Per gli assicurati con sinistri liquidati con importi superiori a 100mila euro, sarà applicato «un aumento percentuale del premio di tariffa, articolato a scaglioni, senza pregiudicare il diritto di sottoscrizione della polizza, qualunque sia l'importo del sinistro liquidato».

E' stata anche aumentata l'ampiezza della copertura con due garanzie aggiuntive: in caso di perdita di reddito, nel limite di 10mila euro all'anno, per accertamenti fiscali. E, soprattutto, in caso di cybercrime: entro il limite annuo di 250mila euro, ci sarà copertura, ad esempio per la mancata prevenzione della trasmissione di codici dannosi dai sistemi informatici dell'assicurato a quelli di terzi, per il furto d'informazioni di terzi custodite dall'assicurato (come i dati relativi a carte di credito), per l'errato trasferimento, pagamento o consegna di fondi o altri beni a causa di attacchi informatici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA