Progettazione e Architettura

A Cernusco sul Naviglio è partito il cantiere della nuova scuola disegnata da Consalez AA+Es arch

Massimo Frontera

Dopo il concorso di progettazione del 2011 si trasforma in realtà il nuovo complesso per i bambini della scuola primaria e dell'infanzia

Un nuovo complesso per i bambini della scuola primaria e dell'infanzia sta sorgendo a Cernusco sul Naviglio e più precisamente a Via Goldoni. L'intervento, del costo di 7,4 milioni di euro, prevede la costruzione, in una prima fase, di una scuola dell'infanzia, una primaria, palestra e refettorio. Il cantiere è stato aperto alla fine del settembre scorso. L'obiettivo è di completare la struttura per renderla operativa all'inizio del prossimo anno scolastico.
L'intervento è tra quelli inclusi nel piano governativo "scuole nuove", e ha anche benficiato di uno sblocco di patto, consentendo l'anticipo dei fondi.

La nuova scuola è il frutto di un concorso di progettazione che il comune ha lanciato nel 2011. Ad aggiudicarsi il primo premio di 30mila euro è stato il progetto ideato dal team guidato dallo studio Consalez Rossi Architetti Associati con anche ES arch enricoscaramelliniarchitetto.

«L'intero complesso - spiega una nota del comune lombardo - sarà concepito come una sorta di campus nel quale gli edifici ospiteranno i propri giardini all'interno e a loro volta inseriti in un grande spazio aperto verde. Nella scuola per l'infanzia un chiostro affacciato sulla via di accesso permetterà, a fini didattici, la coltivazione diretta sulla terra. Nella primaria un sistema di vasche pensili sull'ampio terrazzo esposto a sud al primo piano offrirà la possibilità di sperimentare le tecniche colturali. L'intero polo sarà dotato di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica mentre su parte del tetto sarà realizzato un prato verde. L'intero complesso scolastico sarà infine dotato di un sistema in grado di recuperare l'acqua piovana e di riutilizzarla per lo scarico dei Wc e per l'irrigazione del verde». I lavori sono stati aggiudicati al Consorzio Arco Lavori di Ravenna.

I progettisti hanno concepito la struttura come «una sorta di Campus, nel quale gli edifici, avvolti da gusci permeabili alla vista, ospitano i propri giardini all'interno e sono a loro volta inseriti in un grande spazio aperto verde», spiegano gli architetti. «L'orientamento delle aule è differente: l'asilo si affaccia a sud, con ampie vetrate schermate da un loggiato con tende mobili colorate e un camino con la doppia funzione di favorire la circolazione dell'aria durante la stagione calda e di illuminare la zona per le attività speciali, in fondo all'aula».

«L'obiettivo è quello di vedere la nostra nuova scuola conclusa entro il 2016 - dice il sindaco di Cernusco, Eugenio Comincini -: molto dipende dalle condizioni climatiche che si verificheranno nei prossimi mesi: a dicembre contiamo di poter già annunciare se il Nuovo Polo potrà essere operativo a partire dal settembre 2016. È di certo quello che speriamo e vogliamo fortemente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA