Progettazione e Architettura

Premio Ugo Rivolta, i tre progetti con la menzione speciale della giuria

M.Fr.

I progettisti che hanno ritirato il riconoscimento sono Luis Martínez Santa-María, SV60 Arquitectos e Durisch + Nolli Architetti

La giuria del premio ha assegnato tre menzioni speciali ad altrettanti progetti realizzati in Spagna e Svizzera. Il primo progetto è quello di Luis Martínez Santa-María, che ha progettato 27 social houses (Spagna). «Il progetto si distingue per il valore della ricerca tipologica: i progettisti, infatti, hanno reinterpretato la casa a schiera inserendo una successione di spazi aperti che declinano il passaggio dall'esterno all'interno con diversi gradi di privacy (soglia/patio/giardino)».

La seconda menzione è andata al progetto SV60 Arquitectos 317 per le Social Housing units in "Loma de Colmena", nella regione autonoma spagnola di Ceuta (in Nord Africa). «Il progetto mette a tema in modo molto interessante il rapporto con il paesaggio e la possibilità di declinare la grande dimensione della residenza sociale (317 alloggi) in un'articolazione volumetrica sensibile alla topografia e all'orografia. La reinterpretazione del tipo della casa in linea, con l'inserimento di un sistema di vuoti variamente combinati, persegue anche la qualità ambientale mediante l'attento controllo della ventilazione interna e del soleggiamento».

Menzione anche al progetto di Durisch + Nolli Architetti Sagl, per la student housing realizzata a Lucerna, Svizzera. «La giuria apprezza il progetto per l'elegante rigore dell'uso del modulo base quale elemento strutturante. Infatti, a partire dall'impianto insediativo, fino alla definizione della singola stanza, viene utilizzata un'unica misura che si ritrova anche nella definizione dei prospetti. L'aggregazione dei diversi moduli produce un sistema flessibile di alloggi che rispondono alle diverse esigenze abitative e consente una variazione volumetrica dei singoli corpi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA