Lavori Pubblici

Soggetti aggregatori, via alla gara: candidature entro il 15 aprile

Massimo Frontera

La pubblicazione in «Gazzetta» della delibera dell'autorità fa scattare il termine di 45 giorni per le candidature

Conto alla rovescia partito per l'individuazione dei cosiddetti 35 soggetti aggregatori per la centralizzazione degli appalti di beni e servizi per la Pa. A far scattare il termine di 45 giorni per la presentazione delle candidature è la pubblicazione sulla «Gazzetta Ufficiale» della delibera attuativa dell'Anac n.2 del 2015. La delibera era stata già pubblicata sul sito , poi, pochi giorni fa, l'Anac ha messo a disposizione i moduli per le candidature . Infine, sulla Gazzetta del 3 marzo è stata pubblicata la delibera. La pubblicazione ha fatto partire il conto alla rovescia che terminerà il 15 aprile prossimo.

Potranno far parte del "club dei 35" le stazioni appaltanti che hanno hanno mandato in gara beni e servizi soprasoglia per almeno 200 milioni nell'ultimo triennio, e per almeno 50 milioni per ciascun anno del triennio. In prima applicazione il triennio di riferimento è quello 2011-2013.
L'iscrizione andrà fatta presso l'Anac e la selezione avverrà in base a una graduatoria di merito considerando i valori di appalto. Tra i soggetti ammessi a fare ingresso un questo "club" il Dpcm ammette le due seguenti categorie di enti: le «città metropolitane istituite ai sensi del legge 7 aprile 2014, n. 56 e del decreto legislativo 17 settembre 2010, n.156 e le province» e le «associazioni, unioni e consorzi di enti locali comunque denominati» (ai sensi del Dlgs 267/2000). Come si diceva, ai fini del calcolo dell'ammontare, i predetti soggetti «devono, nei tre anni solari precedenti la richiesta (di iscrizione all'apposito elenco presso l'Anac, ndr), avere pubblicato bandi e/o inviato lettera di invito per procedure finalizzate all'acquisizione di beni e servizi di importo a base di gara pari o superiore alla soglia comunitaria il cui valore complessivo sia superiore a 200.000.000 euro nel triennio e comunque con un valore minimo di 50.000.00 euro per ciascun anno».

Gli schemi da utilizzare per la domanda
Ecco chi sono i primi 15 candidati a entrare nel "club"


© RIPRODUZIONE RISERVATA