Lavori Pubblici

Per l'apprendistato 100 milioni alle Regioni, il 21% in Emilia Romagna

Massimo Frontera

Il ministero del Welfare ha ripartito fra le regioni i fondi dell'annualità 2014 per l'apprendistato, metà delle risorse all'apprendistato professionalizzante

L'Emilia Romagna supera tutte le regioni nella ripartizione dei 100 milioni di fondi statali da destinare alla formazione degli apprendisti per l'annualità 2014. Il criterio di riparto - che privilegia per il 65% il numero di apprendisti formati e per il restante 35% gli apprendisti occupati - ha visto balzare in testa l'Emilia Romagna, che vanta il più elevato numero di apprendisti formati (39.501), oltre a essere la quarta regione per numero di apprendisti occupati (dopo Lombardia, Veneto e Lazio). Complessivamente all'Emilia Romagna vanno quasi 21,3 milioni di euro. Al secondo posto nell'assegnazione delle risorse c'è la Lombardia, con quasi 15 milioni e al terzo il Piemonte con 11,55 milioni.

Il 50% delle risorse è destinato, in via prioritaria, alle iniziative di apprendistato professionalizzante, o contratto di mestiere. Una quota del 10% può essere utilizzata per il «finanziamento di azioni di sistema e di accompagnamento collegate all'attività formativa di apprendistato non coperte da altri finanziamenti di origine nazionale o comunitaria».

Il testo del decreto


© RIPRODUZIONE RISERVATA