Lavori Pubblici

Progettazione in legno e alluminio, l'Uni approva i nuovi Eurocodici

Giuseppe Latour

Mentre le Ntc per le costruzioni viaggiano a rilento, corre spedito il lavoro sulle regole Ue: ecco le prime anticipazioni

Già pubblicate le versioni aggiornate in italiano degli Eurocodici su legno e alluminio. In arrivo gli Eurocodici sulle strutture in acciaio e su quelle composte in acciaio e calcestruzzo. E, per completare il quadro, nel 2015 si prepara un lavoro di revisione di tutto il parco normativo in materia. Con l'ingresso, tra le altre cose, del vetro per uso strutturale. Mentre le Norme tecniche per le costruzioni, nella versione italiana, vivono una fase delicatissima e viaggiano su un binario assai lento, il lavoro sugli Eurocodici, le norme europee per la progettazione strutturale, procede spedito. Lo testimoniano le recenti pubblicazioni dell'Uni, l'ente italiano di normazione.

Nuove regole su legno e alluminio

Partiamo dalle ultime novità. La commissione tecnica Ingegneria strutturale dell'Uni ha appena dato il via libera alla versione in lingua italiana di due norme tecniche dell'Eurocodice 5, relativo al legno: la prima si occupa delle regole generali e, in particolare, delle regole comuni e di quelle per gli edifici, la seconda è relativa ai ponti. Si parla di strutture di legno (legno massiccio, segato, piallato o sotto forma di pali, legno lamellare incollato oppure prodotti strutturali a base di legno) e di pannelli a base di legno, uniti mediante adesivi o collegamenti meccanici. Ma anche di composti abbinati con calcestruzzo-acciaio o altri materiali.
Accanto a questi due capitoli, è stata anche pubblicata la versione italiana di una norma tecnica dell'Eurocodice 9, sulle regole strutturali generali in materia di progettazione delle strutture di alluminio. Qui vengono stabilite, spiegano dall'Uni, "le regole fondamentali per la progettazione delle strutture di alluminio, fornendo requisiti aggiuntivi a quelli contenuti nella UNI EN 1990 sui criteri generali di progettazione strutturale. Essa riguarda solo i requisiti di resistenza, esercizio e durabilità delle strutture di alluminio in edifici e opere di ingegneria civile".

Altre norme in arrivo
Ma il percorso dell'ente di normazione andrà avanti anche nei prossimi mesi. E' in fase di completamento, infatti, il lavoro su altre due norme tecniche degli Eurocodici 3 e 4: si parla, rispettivamente di progettazione delle strutture di acciaio e di progettazione delle strutture composte di acciaio e calcestruzzo. Saranno pubblicate a breve. E precederanno un aggiornamento su tutto il corpo degli Eurocodici, richiesto da Bruxelles al Comitato europeo di normazione. Spiegano dall'Uni: "A seguito di un preciso mandato della Commissione europea, nel 2015 partirà la revisione complessiva di tutto il parco normativo relativo agli Eurocodici". Si rimetterà, allora, mano alle regole europee su tutti i materiali tradizionali: calcestruzzo, acciaio, murature, legno, alluminio. Ma non solo: il progetto è allargare la normazione tecnica degli Eurocodici anche ad alcune applicazioni innovative, come quelle sul vetro strutturale. Aumentando ulteriormente la distanza con le Ntc in versione italiana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA