Lavori Pubblici

Antimafia, prime verifiche con banca dati dal 7 gennaio 2016: guida all'uso e testi

a cura di M.Salerno, G.Latour, L.Savelli

Operativo dal 22 gennaio il regolamento che istituisce l'archivio elettronico del ministero del'Interno, ma per l'entrata in funzione bisognerà attendere l'anno prossimo. Tutte le informazioni su accesso e funzionamento e i testi di riferimento

È arrivato al traguardo, almeno da un punto di vista normativo, l'accidentato percorso che dovrebbe condurre alla costituzione di una banca dati interattiva delle certificazioni antimafia. Un unico punto di consultazione telematico, costantemente aggironato, cui le amministrazioni alle prese con l'assegnazione di un appalto pubblico possano fare riferimento in tempo reale. Dicendo, così, finalmente addio alla prassi delle raccomandate in prefettura con il corollario delle settimane di attesa per la conferma delle dichiarazioni rilasciate dalle imprese.

Il regolamento che disciplina il funzionamento della banca dati unica antimafia (Dpcm 30 ottobre 2014 pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 7 gennaio), rappresenta l'ultimo tassello mancante da un punto di vista formale. Le regole di accesso e funzionamento dell'archivio telematico, passati i 15 giorni di prassi, sono in vigore dal 22 gennaio. Questo non vuol dire però che la banca dati sia già funzionante e che le stazioni appaltanti possano già dire addio alla carta per il web. Tutt'altro.

Rispondendo a un'esplicita richiesta di questo giornale il ministero dell'Interno ha per la prima volta indicato il cronoprogramma previsto per l'entrata in funzione della banca dati, chiarendo che le prime interrogazioni telematiche sono previste a partire da 12 mesi dopo la pubblicazione del regolamento: quindi dal 7 gennaio 2016.

Con questo fascicolo Edilizia e Territorio offre una guida completa al funzionamento della banca dati antimafia. Ai link riportati più in basso le informazioni, gli approfondimenti e i testi legati all'entrata in funzione dall'archivio telematico gestito dal ministero dell'Interno.NULLAOSTA ANTIMAFIA CON UN CLIC: SI PARTE IL 7 GENNAIO 2016 (di Giuseppe Latour)

BANCA DATA ANTIMAFIA, IN GAZZETTA LE REGOLE DI FUNZIONAMENTO (di G.La)
UN UNICO PUNTO DI RACCOLTA PER TUTTE LE INFORMAZIONI SULLE IMPRESE (di Laura Savelli)

ACCESSO E CONSULTAZIONE, ECCO CHI POTRA' INTERROGARE L'ARCHIVIO (L.S.)

DAL COLLEGAMENTO AL RESPONSO: GUIDA ALLA CONSULTAZIONE (L.S.)

DIA, CED E OSSERVATORIO AUTORITA' NEL NETWORK DEI DATI (L.S.)

DATI AGGIORNATI OGNI GIORNO, ENTRATA IN VIGORE POSTICIPATA (L.S.)

IL TESTO DEL DPCM 7 GENNAIO 2015

IL TESTO DEL PRIMO CORRETTIVO ANTIMAFIA (DLGS 218/2012)

IL TESTO DEL SECONDO DECRETO CORRETTIVO ANTIMAFIA (DLGS 153/2014)

IL TESTO A FRONTE DEL DLGS 159/2011 MODIFICATO DAL SECONDO CORRETTIVO (a cura di Laura Savelli)

IL TESTO COMPLETO E AGGIORNATO DEL CODICE ANTIMAFIA (DLGS 159/2011)


© RIPRODUZIONE RISERVATA