Lavori Pubblici

Legge stabilità: pagamento dei Sal ogni due mesi

La maturazione dello stato di avanzamento dei lavori, che determina il pagamento degli acconti dei lavori pubblici dovrà avvenire «quanto meno» ogni due mesi, per prevenire eccessivi ritardi nell'erogazione delle risorse, rallentamenti dei lavori e comportamenti non virtuosi delle imprese che si trovino in difficoltà di liquidità. Lo prevede un emendamento del governo alla legge di Stabilità, presentato in commissione Bilancio al Senato. La norma, si legge nella relazione tecnica, è volta a introdurre in via transitoria, fino al 31 dicembre 2016, una deroga all'attuale disciplina in materia di stato di avanzamento dei lavori, a fini del pagamento in corso d'opera.

Con altri emendamenti si proroga poi a fine 2016 anche l'anticipazione del prezzo (del 10%) in favore dell'appaltatore, mentre si prevede che «la regolarità contributiva del cedente dei crediti» sia attestata con il Durc (il Documento unico di regolarità contributiva).


© RIPRODUZIONE RISERVATA