Lavori Pubblici

Sblocca Italia, le novità su permessi e opere urgenti con il «Sole 24 Ore»

Semplificare le procedure e spingere l'acceleratore su attività edilizia e infrastrutture. Eccoli gli obiettivi che ispirano il Dl Sbocca-Italia. Mercoledì 19 novembre il dossier «Costruzioni, i nuovi permessi» in edicola con il Sole 24Ore offre un esame approfondito e dettagliato di tutte le novità del decreto.

Con lo Sblocca-Italia si allarga il raggio di azione dell'edilizia libera, gli interventi cioè di manutenzione e piccola trasformazione realizzabili con semplice comunicazione di inizio attività (Cil) asseverata da un progettista. Frazionamenti e accorpamenti diventano liberi e gratuiti purché non alterino i volumi, così come le opere di manutenzione straordinaria. Per dare fiato al mercato immobiliare, il decreto introduce sconti Irpef per chi acquista immobili da destinare all'affitto a canone concordato. Accelerazione anche in caso di appalti per cui sono previste deroghe al Codice: per un ampio ventaglio di opere urgenti, quali sicurezza delle scuole, dissesto idrogeologico, rischio sismico, tutela del patrimonio ambientale e culturale, gli affidamenti dei lavori potranno avvenire senza gara fino a 5,2 milioni.
Commissariamenti e risorse per 3,9 miliardi puntano invece a sbloccare le infrastrutture.


© RIPRODUZIONE RISERVATA