Lavori Pubblici

Gruppo Maltauro, l'«indagato» Enrico esce dall'azionariato della holding

Enrico Maltauro esce dall'azionariato dell'omonimo gruppo di costruzioni.
Lo riferisce una nota sottolineando che l'imprenditore vicentino, finito in carcere per presunta corruzione nell'ambito dell'inchiesta Expo, ha trasferito l'integrale quota di partecipazione da lui posseduta nel capitale di Maltauro Partecipazioni Spa (societa' che controlla l'Impresa di
Costruzioni Giuseppe Maltauro), alla stessa Maltauro Partecipazioni Spa.
«Si completa cosi' - precisa il comunicato del gruppo - il percorso avviato dall'impresa per affermare e ribadire la propria estraneita' ai fatti collegati alla persona di Enrico
Maltauro, avviato con la revoca dalla carica di amministratore delegato del gruppo, avvenuta con delibera dell'assemblea dei soci in data 8 maggio 2014 e proseguito con la delibera del 16
giugno 2014 da parte della medesima assemblea, con la quale e' stato disposto di intraprendere nei confronti dell'amministratore cessato specifica azione di responsabilità».

«Parallelamente - prosegue la nota - il Gruppo Maltauro ha intrapreso un'importante revisione della governance societaria, avviata il 2 luglio scorso con la nomina del nuovo amministratore delegato e completata in data 30 luglio con il rinnovo del consiglio d'amministrazione, del collegio sindacale e dell'organismo di vigilanza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA